Maurizio Battista e la sua malattia subdola ed esasperante: “mi fa sentire rumori che non esistono”

Maurizio Battista ha confessato di avere un problema di salute, che talvolta tende a essere esasperante.

Il comico romano Maurizio Battista soffre di un disturbo uditivo, come ha rivelato egli stesso in un’intervista rilasciata qualche anno fa a La Repubblica. In particolare, di acufene. Ciò gli fa sentire rumori inesistenti e crede influisca pure sulla memoria, dunque le cose sono sempre diverse, ha raccontato al quotidiano. Detto anche tennito, tale problema di salute si manifesta nella percezione sonora di un rumore analogo ad un fischio o un ronzio nelle orecchie o nella testa, quando, invece, non ci sono altri tipi di rumori esterni.

Maurizio Battista e l’acufene: il racconto del comico e attore

Una scena di Fausto e Furio

Il disturbo è certamente parecchio fastidioso e può avere cause molto diverse tra loro. Della propria situazione Maurizio Battista si è pronunciato nel corso di diverse interviste e anche durante la sua permanenza all’interno della Casa del Grande Fratello Vip, malgrado nel reality show di Canale 5 sia rimasto appena poche settimane.

Maurizio Battista ha spiegato di avere l’acufene e la tensione ha peggiorato le cose. Ciò, con la mancanza degli affetti, lo hanno spinto a lasciare la popolare trasmissione della rete ammiraglia Mediaset. Gli affetti hanno più valore. Quando il giornalista gli ha chiesto se fosse davvero possibile guarire da tale disturbo, l’attore ha replicato con tono scherzoso.

Maurizio Battista in Fausto e Furio

Ai microfoni di Gente Salute, ha raccontato il confronto avuto con un luminare della medicina. Lo specialista gli ha domandato come gli sia venuto tale disturbo e, una volta sentitosi rispondere “non lo so”, gli ha comunicato che allo stesso modo se ne sarebbe andato via.

Esistono una serie di trattamenti utili. Laddove non emergano delle patologie specifiche si può intervenire con degli integratori, che cercano di migliorare la nutrizione della struttura auricolare. E c’è pure una terapia sonora.

Leggi anche Hoara Borselli e quel tweet che ha scatenato le polemiche: “a 15 anni lavoravo per un gelato. Si parte sempre dal basso, ragazzi”

Articoli correlati