Addio a Lucian Pintilie: muore a 84 anni il regista rumeno

Due volte in concorso al Festival di Cannes e premiato a Venezia, ci lascia a 84 anni Lucian Pintilie, regista rumeno di cinema, televisione e teatro. Lasciata la propria patria negli anni '70, lavorò in Francia e Stati Uniti. Fra i suoi film ricordiamo Un'estate indimenticabile del 1994 e Troppo tardi.

Da leggere

L’avete riconosciuto? Il suo modello è stato James Dean, si è innamorato di una minorenne e ha incontrato un uomo che amava l’odore del...

Per sua stessa ammissione, James Dean lo ha fortemente influenzato. Anch’egli ha rincorso il successo sul set e negli...

Faye Dunaway e Marcello Mastroianni: i dettagli di un passione clandestina e bruciante, nata sul set di un profetico film

Faye Dunaway, attrice statunitense vincitrice dell'Oscar nel 1977 per Quinto potere e di numerosi altri riconoscimenti, è stata una...

Can Yaman e Diletta Leotta insieme per Italia-Turchia: in un video la disperazione dell’attore a fine partita

Sugli spalti dello Stadio Olimpico di Roma c’erano due tifosi d’eccezione per la prima gara di Euro 2020. Due...

Lucian Pintilie, regista rumeno che ha lavorato per cinema, televisione e teatro, ci lascia a 84 anni

I giornali locali hanno svelato che il regista rumeno Lucian Pintilie si è spento il 16 maggio a Bucarest, dopo una lunga e variegata carriera. Debuttò dietro la macchina da presa nel 1966, alla regia di Sunday At Six e non ha lasciato il mondo del cinema per i successivi 50 anni, co-producendo di recente Sieranevada, diretto dal connazionale Cristi Puiu e scelto per competere al Festival di Cannes 2016.

Diplomatosi presso la I.L. Caragiale National University of Theatre and Film di Bucarest, Lucian Pintilie presentò due film a Cannes nel corso della sua carriera: Un’estate indimenticabile del 1994 e Troppo tardi del 1996. Il regista è anche stato premiato nel 1998 alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, con il Premio Speciale della Giuria, per Terminus Paradis – Capolinea Paradiso.

Durante il regime comunista in Romania, diverse opere teatrali di Lucian Pintilie, inclusa The Inspector General, furono bandite. Lasciò il Paese nel 1973 e successivamente iniziò a lavorare in Jugoslavia, Francia e Stati Uniti, tornando in patria solamente dopo che la rivoluzione del 1989 mise fine al governo di Nicolae Ceaușescu. Nel corso della sua carriera, il regista ha lavorato con molti famosi attori connazionali, fra cui Victor Rebengiuc, Maia Morgenstern, George Mihaita, Vladimir Gaitan, Dorina Chiriac e Mariana Mihut.

Quest’anno, il Transatlantyk Festival di Lodz, in Polonia, che si svolgerà a luglio, terrà una retrospettiva sui lavori di Lucian Pintillie.

Ultime notizie

L’avete riconosciuto? Il suo modello è stato James Dean, si è innamorato di una minorenne e ha incontrato un uomo che amava l’odore del...

Per sua stessa ammissione, James Dean lo ha fortemente influenzato. Anch’egli ha rincorso il successo sul set e negli...

Articoli correlati