la voce umana, cinematographe.it

Il debutto in lingua inglese di Pedro Almodóvar, The Human Voice (La voce umana), si svela nella prima immagine

Il Festival del Cinema di Venezia ha da poco annunciato due aggiunte di alto profilo al suo programma: il debutto alla regia di Regina King One Night in Miami e il debutto in lingua inglese di Pedro Almodóvar The Human Voice, ovvero La Voce Umana. Il primo è stato annunciato la scorsa settimana come parte della scaletta del Toronto International Film Festival, ma il secondo è una sorpresa, dato che la sua produzione è iniziata solamente il mese scorso, appena terminato il lockdown. Secondo il Festival del cinema di Venezia il nuovo film di Almodóvar durerà circa 30 minuti. Il festival descrive il film come “un adattamento della rappresentazione teatrale originale di Jean Cocteau, che Pedro Almodóvar sogna da decenni. Racconta la storia di una donna disperata (Swinton), che aspetta la telefonata dell’amante che l’ha appena abbandonata”.

La voce umana vede come protagonista Tilda Swinton che, proprio a Venezia, verrà premiata con il Leone d’Oro alla carriera. “Sono entusiasta di tornare a Venezia in questo anno speciale, con il Covid 19 come involontario ospite”, dice il regista. “Tutto sarà differente, e non vedo l’ora di scoprirlo di persona. È un onore affiancare Tilda in un anno in cui riceverà un premio meritatissimo. È stato uno spettacolo dirigerla”.