Jamie Lee Curtis Cinematographe.it

I millennials la conosceranno per essere stata al fianco di Lindsay Lohan nel remake di Quel pazzo venerdì, mentre quelli un po’ âgée se la ricorderanno di sicuro nei panni di Laurie Strode in Halloween – La notte delle streghe. Un ruolo che l’ha consacrata “la regina dell’urlo” degli anni ’80 e una vera e propria icona del genere horror. La carriera di  Jamie Lee Curtis non è stato solo questo.

Figlia degli attori Tony Curtis e Janet Leigh e la madrina dell’attore Jake Gyllenhaal, uno degli attori sex symbol di Hollywood, l’attrice ha più volte dichiarato che il liceo per lei è stato un vero e proprio incubo, ma è stato il periodo che le ha permesso di affinare il suo talento:

Penso che il fatto di aver avuto una scarsa autostima di me stessa durante gli anni del liceo mi abbia reso una brava attrice. Ho imparato presto ad essere una sorta di camaleonte, a trasformarmi ogni volta in un colore diverso a seconda del contesto.

A 19 venne scelta per il ruolo da protagonista in Halloween – La notte delle streghe con un ingaggio di soli 8.000 dollari. Nella sua carriera ha vinto il BAFTA come migliore attrice non protagonista per Una poltrona per due e un Golden Globe come migliore attrice in un film commedia o musicale per True Lies. Inoltre, è anche un’attiva sostenitrice di ospedali per bambini.

La trasformazione di Jamie Lee Curtis negli anni

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jamie Lee Curtis (@curtisleejamie)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jamie Lee Curtis (@curtisleejamie)

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jamie Lee Curtis (@curtisleejamie)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jamie Lee Curtis (@curtisleejamie)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jamie Lee Curtis (@curtisleejamie)