Kirstie Alley e la sua esperienza con Scientology: le fede religiosa dell’attrice ha interferito con le cure per il cancro?

Scientology è la controversa fede religiosa seguita da diverse star di Hollywood:

L’attrice Kirstie Alley, 71 anni, era conosciuta da tutti per i suoi ruoli iconici nei film degli anni ’90 come la trilogia di Senti chi parla! La sua morte in seguito ad un tumore al colon diagnosticato qualche mese fa ha lasciato tutto il mondo di Hollywood e anche i suoi fan davvero basiti, con commossi post che la ricordano affettuosamente. Uno dei suoi colleghi, il leggendario John Travolta, ha definito quella con la Alley “la relazione più importante della sua vita“. Come Travolta, anche la Alley era uno dei membri della Chiesa di Scientology. controversa e aggregante fede religiosa che ha coinvolto molte star di Hollywood.

Come molti sanno, gli adepti di Scientology non credono nelle cure per diverse malattie che attanagliano il secolo corrente, come proprio il cancro. Dopo aver scalato i diversi livelli di Scientology, la fede religiosa sostiene che l’adepto possa diventare persino immune a determinate malattie, dotandolo di qualità sovrumane e capacità che vanno oltre le credenze umane. Che sia stato questo a impedire alla Alley una possibile guarigione? Si tratta della teoria sostenuta da Leah Remini.

Leah Remini parla di Scientology e della morte di Kirstie Alley

Kirstie Alley Scientology - cinematographe.it

La lunga faida tra Leah Remini e Kirstie Alley, durata decenni, partiva proprio dal loro diverso approccio a Scientology e le loro credenze perfettamente opposte al riguardo. La notizia della morte della Alley ha fatto sì che anche la Remini potesse esprimere la sua opinione riguardo la malattia di cui soffriva e la visione che la sua fede religiosa le proponeva. In una recente intervista, le idee dell’autrice sono diventate chiare e hanno piantato il seme del dubbio nella mente di molte persone.

La notizia della morte di Kirstie Alley è molto triste”, ha detto martedì a Rolling Stone. “Sebbene gli Scientologist non credano nelle preghiere, le mie preghiere vanno ai suoi due figli, che ora sono senza la mamma”, ha continuato Remini, 52 anni, parlando del figlio trentenne di Alley, William “True”, e 28- figlia di un anno, Lillie.

Spero che un giorno possano liberarsi da questa organizzazione pericolosa e tossica”, ha concluso.

Articoli correlati