Killers of the Flower Moon Cinematographe.it

Il film di Martin Scorsese Killers of the Flower Moon sarà girato nel 2021. Nel cast anche Leonardo DiCaprio

Il tanto atteso adattamento di Killers of the Flower Moon di Martin Scorsese ha una nuova data di inizio riprese! Inizialmente previsto per iniziare a marzo di quest’anno, la produzione è stata rimandata causa pandemia e ora inizierà le riprese a febbraio 2021. Come riportato da IndieWire, la Osage Nation si sta preparando per 16 settimane di riprese in Oklahoma a partire da febbraio del prossimo anno, con la produzione programmata per iniziare a trasferirsi nello stato a novembre e dicembre.

Il film, basato sul libro di saggistica del 2017 di David Grann, parla degli omicidi di Osage Nation, in cui i membri della tribù dei nativi americani furono uccisi dopo che l’uomo scoprì il petrolio nelle loro riserve e divenne ricco. Gli omicidi hanno però attirato l’attenzione dell’FBI. Scorsese l’ha definito il suo primo e vero western. Killers of the Flower Moon vede Leonardo DiCaprio e Robert De Niro protagonisti. Al momento non si hanno altre notizie sul cast. Ecco come ha definito la pellicola il regista:

Sarà un western. La storia è ambientata nel 1921-22 in Oklahoma. Ci sono i cowboy ed anche i cavalli, assieme alle macchine. La storia è basata sugli Osage, una tribù indiana che si impossessò di un brutto territorio che però loro amavano, perché pensavano che non sarebbe interessato ai Bianchi. Successivamente lì si scoprì il petrolio, e per un po’ di anni furono ricchi. Poi con lo Yukon ed il Colorado che divennero territori per minatori, arrivarono gli uomini Bianchi europei ed americani, e tutto fu perduto. E la criminalità iniziò ad avere così tanto controllo che divenne più facile andare in prigione per aver ucciso un cane, piuttosto che un indiano.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE