Johnny Depp respinge le accuse di Amber Heard: “ha ottenuto il ruolo in Aquaman – anche – grazie a me”

Continua la battaglia legale fra Johnny Depp ed Amber Heard. E si torna a parlare del ruolo dell'attrice in Aquaman.

Un nuovo capitolo del processo del decennio è stato scritto ieri pomeriggio – 25 maggio. In particolare l’attenzione di giuria ed avvocati è stata spostata – nuovamente – sulla carriera di Amber Heard e sul suo ruolo in Aquaman. In particolare è stato il team legale di Johnny Depp a tornare sull’argomento, chiedendo all’attore delucidazioni su quanto dichiarato dall’ex moglie. Heard, infatti, ha dichiarato più volte che Depp non l’ha aiutata ad ottenere la parte e che l’avrebbe addirittura ostacolata.

Johnny Depp e il contributo fondamentale alla carriera di Amber Heard

Aquaman 2 - cinematographe.it

Johnny Depp è tornato sul banco dei testimoni per il controinterrogatorio da parte del suo stesso team legale, il quale ha ricordato all’attore che Amber Heard ha dichiarato che non l’ha aiutata a ottenere il suo ruolo in Aquaman. Di fronte a questa affermazione, Depp ha risposto laconicamente che non è esattamente vero. La star, infatti, ricorda molto bene il giorno dell’audizione di Amber Heard poiché la sua band, gli Hollywood Vampires, si sarebbe dovuta esibire ad un festival quello stesso giorno, il 24 settembre 2015. L’attrice avrebbe raggiunto l’ex marito a Rio ma sarebbe poi rientrata a Los Angeles per il provino. Provino per la Warner Bros., come affermato da Depp. L’attore ha poi aggiunto di aver aiutato Heard ad ottenere la parte, convincendo tre dirigenti della casa di distribuzione – Kevin Tsujihara, Sue Kroll e Craig Silverstein – ad ingaggiarla nonostante le riprese in Australia: “Per alcuni anni ho avuto un contratto per più film con la Warner Bros, conoscevo queste persone, ero stato in film con loro, quindi mi ha chiesto se volessi parlare con loro.”

Secondo Johnny Depp, quindi, il suo contributo avrebbe “frenato le preoccupazioni” della Warner Bros., facendo così ottenere la parte all’ex moglie. Ancora una volta le dichiarazioni dei due attori divergono e presentano due versioni completamente diverse dello stesso avvenimento. Impossibile, quindi, stabilire chi potrebbe “trionfare” nel processo.

Articoli correlati