Joaquin Phoenix e Rooney Mara parlano per la prima volta del figlio River

Una delle coppie più invidiate e amate di Hollywood si è aperta sulla questione immigrazione e parlano del loro bambino, River.

Da leggere

Vaccini – 9 lezioni di scienza: recensione del documentario di Elisabetta Sgarbi

Il fatto che Vaccini – 9 lezioni di scienza di Elisabetta Sgarbi sia stato presentato a novembre 2020 al...

Love and Mosters 2 ci sarà? Cosa sappiamo sul sequel del film Netflix

Love and Monsters è tra le ultime apprezzate novità Netflix, diretto da Michael Matthews, con protagonisti Dylan O'Brien e...

Aquaman 2: Amber Heard si prepara per le riprese [FOTO]

L'inizio delle riprese di Aquaman 2 si avvicina sempre più! Amber Heard ha anticipato il suo ritorno nei panni di...

La coppia ha parlato di River, il loro figlio, per la prima volta (ma non come vi aspettate)

Poco più di un mese fa è stato rivelato che Joaquin Phoenix e Rooney Mara avevano dato il benvenuto al loro primo figlio River, chiamato così in ricordo del compianto fratello dell’attore. Ora, una delle coppie più invidiate e ammirate di Hollywood, ha scritto un editoriale per People in cui parlano del piccolo per la prima volta. Nell’editoriale tuttavia non si parla di pannolini e pappette, bensì di politica. Una scelta inaspettata? Non proprio, dato che la coppia ha da sempre preso forti posizioni politiche, umanitarie e ambientali. I due sono sempre stati molti restii nel divulgare la loro vita privata, ma non fanno certo mistero delle loro battaglie.

Rooney Mara e Joaquin Phoenix: una storia di amore e film

“Come nuovi genitori è insopportabile immaginare come ci si sentirebbe se nostro figlio ci fosse portato via per un giorno. Figuriamoci anni”, si legge nell’editoriale scritto dalla coppia, un chiaro riferimento alla storia dei 500 bambini immigrati che devono ancora ricongiungersi ai loro genitori. “Come americani è nostra responsabilità continuare a prestare attenzione alla difficile situazione di queste famiglie e ottenere risposte sul motivo per cui non sono ancora state localizzate.

Come ci sentiremo a spiegare a nostro figlio, quando ci chiederà di questo periodo e di come abbiamo trattato questi bambini spaventati e indifesi, alcuni dei quali potrebbero non rivedere mai più i loro genitori? Per il bene della nostra nazione spero che saremo in grado di dirgli che l’America ha rifiutato inequivocabilmente questa crudeltà e che ha chiesto ai nostri rappresentanti di fare tutto quanto in loro potere per trovare quei genitori scomparsi. 

Ultime notizie

Vaccini – 9 lezioni di scienza: recensione del documentario di Elisabetta Sgarbi

Il fatto che Vaccini – 9 lezioni di scienza di Elisabetta Sgarbi sia stato presentato a novembre 2020 al...

Articoli correlati