Irene Papas è morta, addio alla Penelope dello sceneggiato Odissea

L'attrice era molto nota anche in Italia

Ci ha lasciati a 96 anni Irene Papas, attrice greca nata nei pressi di Corinto nel 1926 con il nome di Irene Lelekou. Ne ha dato notizia il Ministero della Cultura greco. Da anni soffriva di Alzheimer che l’aveva costretta a ritirarsi dalla scene. Attrice di teatro e di cinema, conosceva molto bene anche l’Italia e l’italiano, avendo più volte recitato per registi italiani. Uno dei ruoli per i quali sarà maggiormente ricordata, soprattutto in Italia, è quello di Penelope nel celebre sceneggiato Rai Odissea, uscito nel 1968 con la regia di Franco Rossi.

Irene Papas, un’attrice di grande successo

irene papas cinematographe.it

Irene Papas ha recitato nel corso della sua carriera in più di 70 film, come ricorda lo stesso Ministero greco. Quelli più celebri a livello internazionale sono sicuramente I cannoni di Navarone (1961), in cui interpreta la partigiana Maria Pappadimos, Zorba il greco (1964), Z – L’orgia del potere (1968), Anna dei mille giorni (1969), in cui è Caterina d’Aragona. Nel 2001 ha recitato al fianco di Nicolas Cage e di Penelope Cruz ne Il mandolino del capitano Corelli. La sua ultima apparizione sul grande schermo risale al 2003 per il film A Talking Picture del regista portoghese Manoel De Oliveira.

Irene Papas ha avuto un legame speciale con l’Italia, dove ha deciso di esiliarsi nel 1967 quando i colonnelli hanno preso il potere in Grecia. Dopo l’Italia nella sua vita c’è stato anche New York dove si trasferì e rimase alcuni anni, recitando in teatro e debuttando a Broadway, sempre nel 1967, in That Summer, That Fall. Molto apprezzate sono state le sue prove attoriali negli adattamenti delle opere teatrali di Euripide diretti da Michael Cacoyannis, e in particolare ne Le troiane, dov’era Elena, e in Ifigenia in Aulide, in cui ha interpretato Clitemnestra. Durante il periodo statunitense ha avuto anche modo di recitare in alcuni show televisivi.

Articoli correlati