Hugh Jackman: “Volevo abbandonare Wolverine dopo X-Men Origins: Wolverine”

Da leggere

Ant-Man and the Wasp: Quantumania – Le riprese sono ufficialmente iniziate!

Le riprese di Ant-Man and the Wasp: Quantumania sono ufficialmente partite. A dare la notizia è stato il regista...

Margot Robbie e l’ossessione del web per i suoi piedi: “È strano ma ne sono lusingata”

Margot Robbie è lusingata dall'ossessione del web per i suoi piedi. Ospite del famoso talk show Jimmy Kimmel Live!...

The Lost Daughter: Olivia Colman protagonista della prima immagine ufficiale

Maggie Gyllenhaal dirige The Lost Daughter, in concorso alla 78. Mostra del Cinema di Venezia Ecco la prima immagine ufficiale...

Logan, l’ultimo progetto di Hugh Jackman come Wolverine è arrivato al cinema il 2 Marzo, ma la star ha recentemente rivelato che aveva quasi appeso gli artigli al chiodo nel 2009, dopo che il deludente X-Men Origins: Wolverine era stato rilasciato. Il film stesso è stato mal ricevuto sia dai fan che dalla critica.

In un’intervista con Entertainment Weekly, Jackman ha rivelato che era un po’ perso dopo l’uscita del film:

“Non ho potuto vedere quello era stato. Non sapevo cos’altro fare. Non sapevo dove andare.”

Jackman ha aggiunto che egli è ben consapevole della reazione al film da parte dei fan, dicendo a EW:

“Sapevo che alla gente era piaciuto il personaggio. Non tutti erano fan del genere prima di Wolverine. Sono molto vocale con me. Bene o male, mi dicono. È una specie di famiglia che ho. ‘Cosa stavi pensando?! Ti amo, uomo, ma che è stato…”.

Hugh Jackman: “Volevo abbandonare Wolverine dopo X-Men Origins: Wolverine”

Ma si scopre che la reazione negativa al film non era perché voleva farla finita. Jackman aveva bisogno di una nuova idea con cui ispirarsi per tornare al ruolo. Che cosa lo ha portato a tornare per un altro outing da solista come Wolverine erano le idee che venivano da una conversazione con il regista Darren Aronofsky (Black Swan, Requiem for a Dream), che in origine era a bordo per dirigere The Wolverine.

Jackman ha spiegato che Aronofsky lo ha ispirato ad avvicinarsi al personaggio in un modo completamente nuovo:

“Darren ha detto, ‘so che guarisce, ma se sei un essere umano, le tue cicatrici sono con te per tutta la vita. La crosta potrebbe andare entro un mese o due settimane, ma che è lì per tutta la vita. Anche se ha accelerato la guarigione, che le cicatrici resteranno con lui per un buon 10 o 15 anni, in modo da poter essere completamente sfigurato. ‘Tutto d’un tratto, ho avuto questa immagine. Può essere semplice di un’idea come quella, che tutto ad un tratto mi fa pensare, ‘Oh, c’è tutto un altro modo per fare questo personaggio. C’è tutto un altro modo per entrare in esso.'”

Jackmen è andato oltre e ha aggiungere che l’idea aveva bisogno di ispirarsi, in modo da capire come avrebbe dovuto essere avvicinando il personaggio per tutto il tempo:

“In ogni campo creativo, si deve sentire che, ‘Oh, questo mi ha emozionato’ o ‘così che ho dovuto giocare le ultime cinque volte, e ora so come farlo. Credo che questo film dimostra che meglio di qualsiasi altro.”

Ultime notizie

Ant-Man and the Wasp: Quantumania – Le riprese sono ufficialmente iniziate!

Le riprese di Ant-Man and the Wasp: Quantumania sono ufficialmente partite. A dare la notizia è stato il regista...

Articoli correlati