Horizon, Kevin Costner vuole dividere il suo nuovo film in quattro parti

La produzione dovrebbe cominciare verso fine estate.

Di idee folli ne abbiamo? Mai abbastanza, è evidente. Ci pensa Kevin Costner a darci la nostra razione quotidiana di pazzia, rivelando la decisione di dividere il proprio nuovo film in ben quattro parti. Facciamo un passo alla volta però. Il film si intitolerà Horizon, è stato presentato come un western dal respiro epico che andrà in produzione verso la fine di agosto. Si tratta del quarto film da regista di Kevin Costner, a distanza di quasi vent’anni dal precedente, Terra di confine – Open Range (2003). Il film sarà prodotto da Warner Bros. e da New Line Cinema e a quanto pare – o così, appunto, dice Costner – sarà diviso in quattro parti, lunghe ognuna quasi tre ore, che “usciranno circa ogni tre mesi. Sono film diversi ma interconnessi“.

Che cosa sappiamo di Horizon, nuovo film di Kevin Costner

Stando alle parole del regista e attore, Horizon racconterà 15 anni di vita di un insediamento della frontiera occidentale degli Stati Uniti, focalizzandosi sia sui coloni sia sugli indigeni che per primi occuparono quella zona. L’attore ha parlato con Variety del suo progetto: “È una storia davvero bella, una storia dura. Coinvolge un sacco di donne, a essere sinceri. Ci sono tanti uomini, ma le donne sono davvero forti in Horizon. Sono loro che tentano di sopravvivere ogni giorno in un mondo che è durissimo. Sono state spesso trascinate in questi luoghi perché era dove gli uomini volevano andare; le donne stavano seguendo i loro uomini. Non hanno chiesto di essere in questi territori instabili e pericolosi, e la vita non è stata facile. Ho deciso di fare in modo che si capisca che non era una cosa facile, e quanto vulnerabili fossero le persone“. Le riprese della prima parte cominceranno nell’autunno di quest’anno, mentre gli altri tre capitoli verranno girati contemporaneamente a partire dall’aprile del 2023.

Leggi anche Balla coi lupi: il film con Kevin Costner è ispirato a una storia vera?

Fonte: Variety

Articoli correlati