Guillermo Del Toro su Justice League Dark: ‘Volevo dirigere io il film ma…”

Guillermo Del Toro è uno dei personaggi cinematografici di maggior rilievo degli ultimi anni. Dopo la vittoria dell’Oscar per La Forma dell’Acqua – The Shape Of Water il regista è ora proiettato verso nuovi orizzonti cinematografici. Lo vedremo nuovamente in un film horror? O sarà ancora una favola dal tono melodrammatico il prossimo argomento trattato? Difficile dirlo ma una delle passioni più grandi per il regista premio Oscar è quella per i fumetti, soprattutto per quanto concerne la DC Comics.

Da piccolo ero un grande fan della DC, in particolare dei personaggi di Swamp Thing e Demon. Ancora oggi li adoro, e se vieni a casa mia lo capisci immediatamente. Adoro DeadmanPhantom Stranger e molti altri nel Dark Universe, ma i primi due sono quelli a cui più sono affezionato

Così ha dichiarato Guillermo Del Toro in una recente intervista ai microfoni de Il Cineocchio durante l’annuale edizione del BIFFF (Brussels International Fantastic Film Festival). L’occasione inoltre è stata valida per sottolineare, ancora una volta, il suo rimpianto verso il progetto di Justice League Dark, dove a quanto sembra ha dovuto cedere la cabina di regia a un altro regista per voleri della produzione.

Scrissi una prima bozza della sceneggiatura del film e poi altre due come supervisore dello sceneggiatore scelto. Avrei dovuto anche dirigerlo personalmente, ma volevano un altro regista al mio posto.

Mondi distopici e lontani dalla nostra realtà hanno da sempre affascinato Del Toro, da Il Labirinto del Fauno a Pacific Rim passando per gli affascinanti affreschi letterari di Tolkien e J.K. Rowling. Un fascino che però al momento sembra rimanere tale senza sfociare in possibile trasposizioni.

Ci sono universi che mi affascinano e sono fantastici, come quello di Tolkien o quello di Harry Potter creato da J.K. Rowling, ma raramente mi avvicino a terreni tanto grandi.

Articoli correlati