GlassBoy Samuele Rossi Cinematographe.it

GlassBoy, diretto da Semuele Rossi, è liberamente ispirato al romanzo Il Bambino di Vetro di Fabrizio Silei

Dopo aver raccontato la vita di uno dei giornalismi più importanti del nostro paese con Indro – L’uomo che scriveva sull’acqua, Samuele Rossi torna dietro la macchina da presa per dirigere GlassBoy.

Il film è liberamente ispirato al romanzo Il Bambino di Vetro di Fabrizio Silei, premiato nel 2012 con il Premio Andersen, il più importante riconoscimento italiano dedicato alla narrativa per ragazzi. Anche il nuovo progetto di Rossi è stato già insignito di un importante riconoscimento. Il regista infatti è stato premiato con il Lazio Terra di Cinema, dopo essere stato scelto come vincitore del bando Lazio Cinema International. A consegnare il premio al regista è stato il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e per l’occasione sono intervenuti il produttore Emanuele Nespeca per Solaria Film e Andrea Arru, il giovanissimo attore sardo che presterà il volto al protagonista di GlassBoy.

Nonostante la giovane età, Andrea Arru ha già alle spalle alcune collaborazioni importanti, a partire da quelle con Armani e Oliviero Toscani, passando per quella con Toni D’Angelo, per il film Calibro 9, dove recita al fianco di Alessio Boni e Michele Placido. In GlassBoy sarà per la prima volta protagonista assoluto.

Le riprese del film, una coproduzione internazionale, inizieranno nel mese di settembre. GlassBoy cercherà di ricostruire l’immaginario dei grandi cult per ragazzi degli anni Ottanta e Novanta, per rielaborarli in chiave più contemporanea.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto