Da Hairspray a Chicago: i film giusti per visitare il Canada, anche senza visto!

Quali sono i film girati in Canada? Da Hairspray a Chicago passando per Into the Wild e La forma dell'acqua ecco una lista di titoli.

Da leggere

L’avete riconosciuta? È stata una “baby squillo”, ha vissuto un’esperienza metafisica e ha trionfato ai David di Donatello

Sulla base delle premesse la bambina nella foto avrà una splendida carriera davanti a sé. Pur giovanissima, si è...

Guardiani della Galassia Vol. 3: ecco quando sarà ambientato nella timeline MCU

Guardiani della Galassia Vol. 3 sarà l'ultimo capitolo della saga dei Vendicatori galattici Guardiani della Galassia Vol. 3, scritto e...

Army of the Dead: svelata la sinossi del prequel del film Netflix

Army of the Dead arriverà su Netflix il 21 maggio prossimo Army of the Dead non è ancora arrivato sul...

Da sempre l’uomo è affascinato dai viaggi, specialmente quelli che lo portano a oltrepassare i confini fisici e mentali del Paese d’origine. Ed è vero che chi va via spesso lo fa per necessità, magari per inseguire la propria ambizione, per cercare un lavoro migliore o per stare accanto alla persona che ama, ma spesso ciò che ci spinge a viaggiare è semplicemente la voglia di scoprire luoghi nuovi, magari visti in qualche film e che hanno stuzzicato talmente tanto la nostra fantasia da convincerci a esplorare quella parte di Terra.

Qualunque sia la ragione, è indubbia la necessità di avere ben chiaro in mente le regole del Paese in cui siamo diretti, dalle eventuali vaccinazioni necessarie alla moneta usata, dal clima alla necessità di disporre di documentazioni extra, magari non richieste quando si viaggia entro i confini nazionali o europei.

Una delle documentazioni più frequenti quando si va in uno Stato diverso da quello di appartenenza, per esempio, è la necessità di avere un passaporto o un visto. In quest’ultimo caso ci sono degli stati che consentono ai cittadini italiani di esserne sprovvisti (a fronte ovviamente della presenza almeno del passaporto), altri invece che lo richiedono tassativamente. Ma tutto dipende anche dalle motivazioni che ci inducono a viaggiare. Ci sono infatti visti di passaggio della durata di pochi giorni, visti turistici (che durano dai 30 ai 60 giorni) e ancora visti rilasciati per motivi di lavoro, di salute e così via. Insomma, a ogni esigenza e situazione corrisponde una risposta differente e spesso riuscire a capire bene cosa fare diventa un’impresa impossibile. Per fortuna, però, esistono delle agenzie specializzate in questo settore, che mettono a disposizione indicazioni dettagliate in modo che l’utente possa capire tutte le regole e le procedure necessarie ad ottenere ciò di cui necessita, oltre ovviamente ai moduli di richiesta da compilare e all’assistenza per verificarne la conformità. Può capitare di aver bisogno di tale documentazione in molte occasioni, ad esempio quando si deve richiedere l’eTA Canada, ma anche se si è diretti in Vietnam, India, Egitto, Australia, Kenya, Cambogia, Cuba, Tanzania e così via.

I film girati in Canada

Il cinema, dal canto suo, spesso ci invoglia silenziosamente a viaggiare verso i luoghi più disparati, che magari diventano col tempo e grazie alla settima arte delle affollate mete turistiche. Sono tante le pellicole in cui le location sono così belle da rubare la scena al resto. Basti pensare agli scenari rintracciabili in Canada, spesso usata da tante produzioni cinematografiche per convenienza e per la somiglianza con città come Chicago o New York. In questo Paese, dove potrete viaggiare minuti dell’apposita autorizzazione di viaggio (la famosa eTA), sono stati girati una miriade di film come ad esempio Into the Wild – Nelle terre selvagge, il biopic diretto da Sean Penn che narra la storia di un ragazzo che lascia il benessere per ritirarsi nelle grandi foreste incontaminate del Canada. Girando tra le strade di Toronto non sarà difficile invece riconoscere le location di Hairspray – Grasso è bello, il musical con John Travolta. Tra le varie location che si vedono nel film campione d’incassi diretto da Adam Shankman si annovera anche il Lakeview Restaurant, che non è nuovo all’apparizione sul grande schermo dal momento che è stato usato come set anche in film come Cocktail del 1988, con Tom Cruise, nel cult The Boondock Saints e nel film del premio Oscar Guillermo Del Toro, La forma dell’acqua.

Chiaramente ci sono altri film che vi daranno un’ottima scusa per visitare il Canada (raccomandiamo: sempre debitamente muniti dell’eTA, la quale ha un costo di circa 20 euro a persona) come Quando l’amore è magia – Serendipity, alcuni capitoli della saga di Saw – L’enigmista, Blues Brothers – Il mito continua, Cinderella Man, Resident Evil: Apocalypse, A History of Violence, American Psycho, La mosca, I fantastici 4, X-Men, La Sposa di Chucky, L’Alba dei Morti Viventi, Billy Madison, L’incredibile Hulk, Il Male non Muore Mai, John Q, L’Uomo dell’Anno, True Lies, Twister, Il Giardino delle Vergini Suicide, La Mossa del Diavolo, Camp Rock, Prima Regola non Innamorarsi, Freddy vs. Jason, Un Sogno sul Ghiaccio, Il mio Grosso Grasso Matrimonio Greco, Missione Tata, quattro capitoli di Scuola di Polizia.

Ovviamente questi sono solo alcuni film che hanno usato il Canada come location, ce ne sono stati e ce ne saranno certamente altri e in ogni caso un bel viaggio in questa terra va fatto a prescindere dalle produzioni cinematografiche, perché merita davvero!

Piccola guida utile. Cosa occorre sapere sull’eTA Canada?

La richiesta dell’eTA Canada va fatta da chi ha necessità di viaggiare o transitare in Canada per le più disparate ragioni (vacanze, affari, studio, visite a familiari) a meno che non si sia in possesso di un visto o di un passaporto canadese o americano.
Ma perché scegliere l’eTA per viaggiare in Canada? La motivazione è semplice: rispetto alle altre documentazioni l’electronic Travel Authorization è quella più economica e più semplice da ottenere. Infatti per richiedere il visto ci si deve recare presso il consolato canadese, mentre l’eTA può essere richiesto online in pochi minuti.

Ultime notizie

L’avete riconosciuta? È stata una “baby squillo”, ha vissuto un’esperienza metafisica e ha trionfato ai David di Donatello

Sulla base delle premesse la bambina nella foto avrà una splendida carriera davanti a sé. Pur giovanissima, si è...

Articoli correlati