Torino Film Festival: quarto giorno

Da leggere

Chevalier: Lucy Boynton sarà la regina Maria Antonietta

Dopo Kirsten Dunst e Diane Kruger, un'altra attrice è pronta ad interpretare sul grande schermo Maria Antonietta. Come riporta...

Avevate notato che Tom Hardy ha un evidente difetto fisico? È stato provocato da un incidente domestico

Sembrerà strano, ma anche le celebrità sono dei comuni mortali e come tali hanno anche loro dei difetti fisici...

Fast and Furious: negli UCI Cinemas arriva la maratona in attesa di F9 – The Fast Saga!

UCI riporta sul grande schermo gli ultimi due capitoli della celebre saga cinematografica di Fast and Furious Due settimane di...

Oggi martedì italiano con le proiezioni: <La scuola d’estate> di Jacopo Quadri e <Prima di andar via> di Michele Placido. < La scuola d’estate> è un film di Jacopo Quadri con Luca Ronconi e gli allievi del Centro Teatrale Santa Cristina. Una produzione Ubulibri con Rai Cinema in associazione con Okta Film. Il 32° Torino Film Festival all’interno della sezione Ritratti d’artista, dedica uno spazio a Luca Ronconi raccontato nel film documentario. A Santa Cristina, in una vecchia stalla ristrutturata dove i passaggi del giorno e della notte sono scanditi da un gong, scopriamo il Maestro in veste di vecchio-bambino: nel gioco dei caratteri e nello scavo delle voci, alla ricerca delle pieghe segrete dei personaggi in un affascinante scandaglio dei testi. Barba bianca e sguardo penetrante, mago e maieuta, Ronconi si espone come mai prima d’ora, raccontandosi tra vita e teatro in uno stato di grazia che lo consegna alla fiaba. E’ un film sul suicidio <Prima di andar via>.

<La scuola d’estate> di Jacopo Quadri
La scuola d’estate di Jacopo Quadri

Placido lo ha prodotto “in casa” con sua moglie Federica perché “è un copione che spaventa”, dirigendo giovani attori di teatro che hanno lavorato gratuitamente. Unico interprete noto al grande pubblico Giorgio Colangeli. La storia è quella di un ragazzo che durante una cena in famiglia annuncia di non poter sopravvivere alla morte della sua compagna. Il lungometraggio, trasposizione cinematografica di una piece teatrale, riproduce la nottata di confronto serrato che intorno a questo si sviluppa. Il film  è una metafora dell’Italia, di un paese depresso con la famiglia che si disgrega e l’impossibilità per tutti di trovare un equilibrio. In serata, presso la 3° sala del cinema Reposi, la consegna del Maserati\Torino Award all’attore Eddie Redmayne e la presentazione del film: <The Theory of everything-La teoria del tutto>.

Michele Placido al TFF 32
Michele Placido al TFF 32

[rev_slider slider8]

Ultime notizie

Chevalier: Lucy Boynton sarà la regina Maria Antonietta

Dopo Kirsten Dunst e Diane Kruger, un'altra attrice è pronta ad interpretare sul grande schermo Maria Antonietta. Come riporta...

Articoli correlati