Taormina Film Fest 2022: il programma. Film, “talento femminile e premi Oscar”

Torna il grande cinema e celebra il talento femminile, i Premi Oscar e le star internazionali e italiane. Tra gli ospiti anche Francis Ford Coppola, Eva Longoria, Giuseppe Tornatore, Ferzan Özpetek, Catherine Hardwicke, Marco Giallini, Isabella Ferrari.

Dopo l’edizione di ripartenza dello scorso anno torna al suo massimo splendore il Taormina Film Fest con la 68esima edizione, che si svolgerà dal 26 giugno al 2 luglio, che inaugura con la presenza del premio Oscar Francis Ford Coppola che presenterà la versione restaurata del suo capolavoro Il Padrino.  La serata, condotta da Anna Ferzetti, inaugura un programma ricco di stelle, da Giuseppe Tornatore con Ennio a Ferzan Özpetek nel “one man show” Ferzaneide

Confermati i direttori artistici: Alessandra De Luca, Federico Pontiggia e Francesco Alò, al loro secondo anno.

Quest’anno le parole d’ordine sono due: talento femminile e premi Oscar”, ha dichiarato Pontiggia, “è un ritorno al futuro, alla grandezza della Taormina che è stata e che crediamo possa tornare a essere. In questa esaltazione del grande cinema c’è spazio però per un’inclusività assoluta, un altro degli slogan potrebbe essere “tutto il cinema per tutti”. Avremo animazione, star hollywoodiane, i campioni del mondo del 1982 e soprattutto in apertura una persona che ha una piena residenza autoriale nella storia del cinema che è Francis Ford Coppola, che ha deciso di festeggiare il 50esimo anniversario de Il Padrino a Taormina. Tra le altre star avremo Eva Longoria, Sofia Carson, Giuseppe Tornatore, Ferzan Özpetek, Catherine Hardwicke, la regista di Twilight e non solo”.

Per noi il concorso torna a essere un punto importante del programma del festival”, ha spiegato Alessandra De Luca, “e anche quando invitiamo i giurati a prendere parte alla nostra giuria notiamo un grande entusiasmo perché si tratta di opere prime e seconde, piace molto l’idea di poter contribuire a lanciare la carriera di alcuni autori. La giuria è presieduta dalla regista e sceneggiatrice Cristina Comencini, Noemi, cantante e grande cinefila, dall’attore Massimiliano Gallo, dal regista e sceneggiatore Aleem Khan, e dallo sceneggiatore Marco Borromei”.

Taormina Film Fest 2022 – I film in concorso

I film in concorso sono: American murder di Matthew Gentile, “un crime molto adrenalinico”, Baby Pyramid della danese Cecilie McNair, “che affronta uno dei temi cruciali della contemporaneità, l’ossessione per la maternità ad ogni costo”. Film di chiusura è Boiling Point dell’attore Philip Barantini al suo debutto alla regia, “film tecnicamente interessante, realizzato con unico piano sequenza, solo una scena, non c’è montaggio”. Io e Spotty, secondo film di Cosimo Gomez con Filippo Scotti, “una commedia surreale e bizzarra che ci ha convinto per uno sguardo inedito sulla realtà”. Le voci sole di Andrea Brusa e Marco Scotuzzi, “che riflette sul senso del lavoro ai nostri giorni con Giovanni Storti per la prima volta in un ruolo drammatico”. The Drover’s Wife the legend of Molly Johnson scritto, diretto e interpretato da Leah Purcel, un western tutto al femminile molto duro, affronta la questione femminile in tempi in cui i diritti erano pari a zero”.

Tante poi le serate di gala che racchiudono cinema, musica e sport:Per l’anniversario de Il Padrino, un film che non è più solo un film, rifletteremo su cosa è questo capolavoro oltre il film, dopo 50 anni cosa racconta di noi? Cosa ci dice ancora?”, ha dichiarato Francesco Alò, “oltre a questo capolavoro abbiamo poi un racconto moderno, un incontro di due scrittori di generazioni diverse con La mia ombra è tua di Eugenio Cappuccio con Marco Giallini e Isabella Ferrari. Il 28 giugno Taormina è “donne” perché con Tell it like a Woman, arriva un racconto in cui la donna è madre, amante, criminale, vediamo tante facce della femminilità, è un film collettivo, un insieme di corti realizzati da Maria Sole Tognazzi, Lucia Puenzo, Catherine Hardwicke, Taraji P. Henson, Leena Yadav, Mipo O, Silvia Carobbio e Lucia Bulgheroni che vede tra le interpreti Jennifer Hudson, Cara Delevingne, Margherita Buy, Marcia Gay Arden, Leonor Varela, Jacqueline Fernandez, Ann Watanabe ed Eva Longoria.  Avremo per l’occasione la pluripremiata compositrice Diane Warren e la cantante, attrice e ballerina Sofia Carson che si esibiranno al Teatro Antico di Taormina”.

Taormina Film Fest 68 – Gli eventi e le anteprime

Tra gli altri eventi: l’anteprima mondiale di Italia 1982, una storia azzurra, i mitici campioni del mondiale di Spagna Fulvio Collovati, Beppe Dossena, Franco Selvaggi e Marco Tardelli sono pronti a ricordare e a rivivere, per la prima volta sul palco del Teatro Antico, i giorni esaltanti di una vittoria trionfale e inaspettata entrata prepotentemente nell’immaginario collettivo. L’anteprima mondiale di Minions 2 – Come Gru diventa cattivissimo di Kyle Balda, con una speciale introduzione di Max Giusti, voce italiana del perfido Gru, che interagirà con i Minions in ologramma 3D.

Come anticipato dal poster ufficiale di questa edizione del Taormina Film Fest verranno celebrate due grandi icone della commedia Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi. I due miti verranno ricordati dai figli, Paola e Gian Marco, attraverso un omaggio con la proiezione pomeridiana di Venga a prendere un caffè da noi di Alberto Lattuada con Tognazzi e Senza famiglia, nullatenenti cercano affetto, scritto, diretto e interpretato da Gassman, nelle versioni restaurate dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale. Una collaborazione che si rinnova, quella con il CSC – Cineteca Nazionale, anche con un ricordo di Angelo Musco, uno dei più grandi attori comici siciliani a 150 anni dalla nascita con la proiezione di C’era una volta Angelo Musco del 1953, con un giovanissimo Nino Manfredi. Un artista indimenticabile, taorminese d’adozione, che sarà ricordato con il Premio Manfredi assegnato ogni anno dal Sindacato Nazionale dei Giornalisti Cinematografici Italiani che, d’intesa con la famiglia del grande Nino, verrà consegnato a un talento speciale, non solo nella commedia dalla Presidente del SNGCI Laura Delli Colli e da un componente della famiglia Manfredi.

Un incontro vedrà protagoniste Caterina Guzzanti, Paola Minaccioni e Carla Signoris, tre artiste capaci di regalare sorrisi e ventate di leggerezza con il loro talento e la loro irresistibile personalità.

Ancora comicità con Una boccata d’aria di Alessio Lauria, interpretato da Aldo Baglio, Lucia Ocone, Ludovica Martino, agrodolce racconto di un insolito viaggio in Sicilia per scoprire che non è mai troppo tardi per diventare adulti, anche a cinquant’anni.

Il regista bolognese Giorgio Diritti presenterà in anteprima il suo cortometraggio In famiglia con Fabrizio Ferracane sul tema del rapporto genitori-figli,prodottonell’ambito del corso di alta formazione in regia cinematografica ‘Fare Cinema’, scritto insieme a giovani ed esordienti sceneggiatori, di cui Diritti è stato docente.
Un’altra storia intima arriva con Zita sempriprimo cortometraggio diretto Stefania Spampinato, la dottoressa Carina DeLuca di Grey’s Anatomy che, grazie a una corrispondenza epistolare fra madre e figlia, esplora l’esperienza femminile attraverso diverse generazioni.

Articoli correlati