Ortigia Film Festival 2021: i vincitori della 13esima edizione

Ecco tutte le pellicole premiate nella tredicesima edizione dell'Ortigia Film Festival.

Da leggere

Malignant: per James Wan il film è “la versione horror di Frozen”

In una recente intervista James Wan ha dichiarato che il suo Malignant, attualmente al cinema, ha diverse punti in...

Supernova: recensione del film con Colin Firth e Stanley Tucci

Due uomini. Un camper. Un viaggio. Questi sono alcuni degli elementi di Supernova, presentato alla scorsa Festa del Cinema...

Ancora più bello: recensione del film di Claudio Norza con Ludovica Francesconi

Dopo il successo ottenuto lo scorso anno da Sul più bello, esce il 16 settembre nelle sale italiane il...

Ecco tutti i vincitori dell’Ortigia Film Festival 2021, la manifestazione giunta alla sua tredicesima edizione

Sono stati proclamati i vincitori della tredicesima edizione della manifestazione cinematografica siracusana. A presiedere la giuria dell’Ortigia Film Festival 2021 c’è Anna Galiena, con componenti Massimiliano Bruno e Filippo Nigro. Quest’anno il Premio Miglior Film va a Il mio corpo vi seppellirà, diretto da Giovanni La Pàrola. Di seguito la motivazione:

Per il coraggio di aver affrontato un soggetto di cui solo ora si comincia a parlare e il coraggio di non aver trattato questo tema come un saggio storico, ma di averne fatto spettacolo. Di aver saputo fare un film di genere, si potrebbe dire western, ma neanche. Perché il regista e co-sceneggiatore ha creato uno stile che appartiene al luogo e alla gente di cui ci parla. E ancora il coraggio di farci vedere – direi toccare con mano – la violenza e il sopruso. Il terrore, dolore, terra, sangue degli oppressi. Ma anche il grottesco e il ridicolo di una classe nobiliare che non vuole vedere che – per dirla con il premio Nobel Bob Dylan, ‘The times they are a’ changing’: i tempi stanno cambiando.

Antonio Folletto per l’Amore non si sa, invece, è il Miglior Interprete. Il Premio SIAE per la Miglior Sceneggiatura è stato assegnato a Maledetta Primavera di Elisa Amoruso. Nella sezione cortometraggi, la giuria presieduta da David Coco e composta da Antonio Calbi e Sara Baccarini ha premiato Il Branco di Antonio Corsini, vincitore anche del Premio Laser. Il Premio Rai Cinema Channel è andato invece al cortometraggio On My Way di Bertrand Basset.

Il Premio Sebastiano Gesù, per il vincitore del Concorso Internazionale Documentari, è stato assegnato a Io Resto di Michele Aiello, da parte della giuria presieduta da Letizia Caudullo e composta dagli allievi del Centro Sperimentale Cinema. Menzione speciale per The Life We Know di Claudia Ribeiro. A Silvia D’Amico è stato assegnato il Premio Interprete dell’anno Veramente Indipendente, in virtù della sua disponibilità a lavorare per registi debuttanti e la sua propensione per ruoli spesso complicati. Valeria Solarino e Massimiliano Bruno hanno vinto i Premi Speciali Ortigia Film Festival/Audi.

Il Premio del Pubblico al Miglior Film è andato a Maschile Singolare di Alessandro Guida e Matteo Pilati, mentre è stato premiato il documentario Disco Ruin di Lisa Bosi e Francesca Zerbetto. Nella sezione cortometraggi ha trionfato Just Like Water di Manos Triantafillakis.

Ultime notizie

Malignant: per James Wan il film è “la versione horror di Frozen”

In una recente intervista James Wan ha dichiarato che il suo Malignant, attualmente al cinema, ha diverse punti in...

Articoli correlati