Giorgio Li Calzi aprirà il 32esimo Torino Film Festival

Giorgio Li Calzi sarà l’ospite musicale della serata di apertura del 32° Torino Film Festival, che si svolgerà a partire da questa sera, 21 novembre, alle ore 21.30 presso l’Auditorium Lingotto. Per l’occasione, il musicista torinese eseguirà da solo la performance musicale “Morricone – A Blind Movie”, con tromba e strumenti elettronici, prodotta nel 2008 per il festival “Jazz fuori Tema” di Tortona, in occasione degli 80 anni di Ennio Morricone.

Si tratta di un film immaginario, un percorso sonoro che parte dalla musica di Morricone, ma anche dalla sua stessa matrice a monte della sua elaborazione: Elio Petri, Leonardo Sciascia, Goffredo Petrassi, Gillo Pontecorvo, Giuliano Montaldo, Carlo Lizzani, Pier Paolo Pasolini, Marcello Mastroianni, Gian Maria Volontè. È un breve percorso attraverso il ruolo del potere, della violenza, della storia politica degli ultimi decenni e delle guerre di liberazione.

Il maestro Ennio Morricone

Il maestro Ennio Morricone

Il film si apre con Todo Modo (di Elio Petri) e termina con la scena della tortura finale di Salò o le 120 giornate di Sodoma (Pier Paolo Pasolini), l’ultimissima scena, catartica, del ritorno alla vita: due giovani collaborazionisti, nel mezzo della carneficina, cambiano canale della radio e improvvisano un’improbabile danza al ritmo di “Son tanto triste”, motivo conduttore del film Salò.

Chi è Giorgio Li Calzi?

Giorgio è un compositore, trombettista e produttore musicale. Dalla fine degli anni ’80 compone importanti jingles per radio e tv (come Birra Moretti, Pampers, FIAT), vincendo nel 1993 il premio IBTS a Milano per il miglior jingle italiano, e produce musiche per sigle e trasmissioni radio-tv, tra cui la sigla della Mostra del Cinema di Venezia nei primi anni ’90. Dal 1990 si dedica alla tromba, realizzando 9 album dal 1994. Suona e registra con musicisti internazionali come la rockstar brasiliana Lenine, lo storico membro dei Kraftwerk Wolfgang Flür, e il violino di Alexander Balanescu, maestri della nuova scena elettronica come Douglas Benford (UK), cantanti come Thomas Leer, Mamady Koyatè, Elena Roggero e Tiziana Ghiglioni, il fuoriclasse del canto armonicohoomi, Hosoo (Repubblica Mongola), e ancora grandi musicisti dall’Egitto, Libano, Costa d’Avorio, Senegal, Brasile. Nel 1999 vince a Livorno con Johnson Righeira il Premio Ciampi (e ancora nel 2005 con la cantante Lalli). Nel 2005, su invito dell’associazione italo-russa Russkij Mir di Torino, produce Giorgio Li Calzi + Aleksandr Nevskij, nuova musica elettronica per il capolavoro di Sergej Ejzenštejn. Il live, prodotto dal Museo del Cinema di Torino con la collaborazione di Kinoetika di Marcello Varaldi, diventa DVD nel 2008.

Articoli correlati