Il Festival Crueza de Mà omaggia Armando Trovajoli a cent’anni dalla nascita

Il compositore e musicista apprezzato sarà ricordato durante l'undicesima edizione del festival sulla Musica per il Cinema.

Da leggere

Bartkoviak: recensione dell’action polacco Netflix

Le arti marziali miste, note anche come MMA (Mixed Martial Arts),sono uno sport da combattimento che incorpora una miscela...

Bob Odenkirk starà bene dopo il ricovero in ospedale, assicura il figlio

Secondo suo figlio, Bob Odenkirk starà bene e si sta riprendendo dopo essere stato ricoverato in ospedale a causa...

Il Signore degli Anelli: le pressioni subite dal regista sulla trama

Dominic Monaghan (Merry nella trilogia de Il Signore degli Anelli) afferma che Peter Jackson ha subito pressioni dai produttori. Il...

Si terrà a Carloforte dal 27 al 29 ottobre, sull’isola di San Pietro di fronte alla costa sud-occidentale della Sardegna, la prima tappa dell’undicesima edizione del festival Creuza de mà – Musica per Cinema. Quest’anno uno speciale tributo renderà omaggio ad Armando Trovajoli in occasione dei cento anni dalla sua nascita. Il festival Creuza de mà è diretto dal regista Gianfranco Cabiddu. L’omaggio a Trovajoli sarà celebrato nella giornata di sabato 28 ottobre. Il programma prevede alle ore 17.30, presso il Cinema Mutua di Carloforte, la proiezione del celebre Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Africa?, il film diretto nel 1968 da Ettore Scola e interpretato da Nino Manfredi, Alberto Sordi e Bernard Blier.

Alle 19 si prosegue nella stessa location con l’anteprima nazionale di Armando Trovajoli cent’anni di musica, il documentario realizzato da Mario Canale e Annarosa Morri che ripercorre la vita dell’artista scomparso quattro anni fa attraverso l’utilizzo di interviste, ricordi e aneddoti.

Dopo la proiezione appuntamento presso il Cinema Cavallera per un incontro con Mario Canale, Annarosa Morri e Maria Paola Trovajoli, coordinato da Gianmarco Diana. Conclude la serata il concerto Armando Trovajoli: un omaggio musicale al grande maestro sotto la direzione artistica e musicale della pianista Rita Marcotulli con Luciano Biondini alla fisarmonica, Daniele Tittarelli al sax, Ares Tavolazzi al contrabbasso e Alessandro Paternesi alla batteria.

Un appuntamento imperdibile che rivive nella musica realizzata dal grande compositore Armando Trovajoli, vincitore di quattro David di Donatello e numerosi altri riconoscimenti.

Ultime notizie

Bartkoviak: recensione dell’action polacco Netflix

Le arti marziali miste, note anche come MMA (Mixed Martial Arts),sono uno sport da combattimento che incorpora una miscela...

Articoli correlati