Cannes: trionfa l’islandese Hrutar in Un Certain Regard

Siamo quasi arrivati alla fine, visto che per la consegna dell’ambita Palma d’Oro della 68ª edizione del Festival di Cannes è ormai questione di poche ore. Ma per ingannarle, la Selezione Ufficiale ha deciso, come ormai è abitudine da diversi anni, di distribuire i propri premi in maniera diversa e regalare al pubblico un tocco di suspance in più. Rams (Hrutar) vince la sezione Un Certain Regard.

Hrutar Un certain regard

Il cast del film al completo

Vince dunque Rams (Hrutar) per la sezione Un Certain Regard, il film che vede alla regia Grímur HAKONARSON e un cast composto da Sigurdur SIGURJÓNSSON – (Gummi), Theodór JÚLÍUSSON – (Kiddi), Charlotte BÖVING – (Katrin), Gunnar JÓNSSON – (Grímur), Þorleifur EINARSSON – (Sindri), Sveinn Ólafur GUNNARSSON – (Bjarni), Jón BENÓNÝSSON – (Runólfur). Il film è ambientato In una valle remota islandese e vede protagonisti due fratelli che non hanno mai parlato tra di loro in 40 anni e dovranno riunirsi per salvare ciò che è più caro per loro: i tanto amati montoni. Isabella Rossellini è stata presidente della giuria per la sezione Un Certain Regard di quest’anno, con gli altri membri della giuria, tra cui l’attore francese Tahar Rahim,  il regista dell’Arabia Saudita Haifaa Al-Mansour, la regista e attrice libanese Nadine Labaki .

Ma ecco la lista completa dei premi nella sezione Un Certain Regard:

PREMIO DELLA GIURIA: ZVIZDAN (Soleil de plomb / The High Sun) di Dalibor Matanić

PREMIO MIGLIOR REGISTA: Kiyoshi Kurosawa per Kishibe NO TABI (Vers l’autre rive / Viaggio Shore)

UN CERTAIN PREMIO MAGGIOR TALENTO: COMOARA (Le Trésor / Tesoro) di Corneliu Porumboiu

PREMIO PER MIGLIOR FILM PROMETTENTE PER IL FUTURO: MASAAN da Neeraj Ghaywan Ex aequo NAHID di Ida Panahandeh

Articoli correlati