Educazione Fisica: al via le riprese del nuovo film di Stefano Cipani

Dopo il grande successo di critica e di pubblico del suo primo film Mio Fratello Rincorre i Dinosauri, Stefano Cipani è tornato dietro la macchina da presa per dirigere una nuova commedia.

Sono iniziate a Roma le riprese di Educazione Fisica, nuova commedia di Stefano Cipani. Dopo il grande successo di critica e di pubblico del suo primo film Mio Fratello Rincorre i Dinosauri, il regista è tornato sul set per dirigere Angela FinocchiaroGiovanna MezzogiornoRaffaella ReaSergio Rubini e Claudio Santamaria. Il film è tratto dal testo teatrale La Palestra di Giorgio Scianna e la sceneggiatura è firmata da Damiano e Fabio D’Innocenzo. Educazione Fisica narra le vicende dei genitori di tre alunni che vengono convocati dalla preside di una scuola media di provincia per via di un fattaccio, di cui naturalmente i loro figli sono i responsabili. Ma è difficile da credere e da accettare. La palestra si trasforma in un’aula di tribunale improvvisata, dove ha inizio un processo feroce nel tentativo ostinato di smentire e nascondere la verità.

Educazione Fisica; cinematographe.it

Il film è una coproduzione italo-polacca. Una produzione Paco Cinematografica con Rai Cinema in coproduzione con Agresywna Banda, in collaborazione con Cinecittà SpA. Il film sarà interamente girato presso il Teatro 8 di Cinecittà. A Fabio Cianchetti è affidata la direzione della fotografia, la scenografia è di Ivana Gargiulo mentre i costumi sono a cura di Catia Dottori ed il montaggio di Jacopo Quadri.

Nicola Maccanico, Amministratore Delegato di Cinecittà SpA, ha aggiunto: “Siamo in una stagione di ritorni al cinema, ma anche nei mesi precedenti Cinecittà non ha mai smesso di produrre e accogliere nuove storie di grandi autori, progetti internazionali, film indipendenti, serie e show per la tv. Il nostro obiettivo, nei prossimi mesi, sarà quello di continuare a farlo in modo e misura più ampi. Ci fa particolarmente piacere ospitare un giovane talento come Stefano Cipani e che la macchina produttiva sia guidata da soggetti di esperienza come Arturo Paglia e Isabella Cocuzza per Paco, accompagnata da un cast di interpreti molto amati dal pubblico. È bello accogliere un progetto che unisce storie ed energie diverse, che coniuga talenti, ricerca drammaturgica, esperienza, arte. Vogliamo diventare la casa creativa di questi progetti con l’ambizione di svolgere un ruolo centrale per l’industria cinematografica italiana in modo da portare agli spettatori una stagione di visioni, storie e spettacolo ancora più ricca”.

Articoli correlati