Accordo Disney/Fox Cinematographe

Deadpool, Avatar e I Simpson sono ora in bella vista sul sito Web aziendale della Disney!

Sono trascorse meno di 8 ore da quando l’acquisizione da parte della Walt Disney Company della maggior parte delle 21st Century Fox è stata finalizzata e resa ufficiale. La Disney non sta perdendo tempo a mostrare alcune delle proprietà che l’affare aggiunge al suo portafoglio. L’azienda ha infatti aggiornato il banner del sito Web della compagnia per includere immagini di diverse proprietà che appartenevano alla Fox. Queste includono Deadpool, Simpsons, Avatar, La Forma dell’Acqua e la serie Atlanta. Nel banner sono collocati adiacenti ad altre proprietà Disney come Topolino, Frozen, Captain Marvel, Toy Story e Star Wars. È uno straordinario campionario della vasta biblioteca Disney!

La Disney ha rilasciato un comunicato riguardo all’acquisizione, che Bob Iger, amministratore delegato di The Walt Disney Company, ha definito “momento storico” per la Casa di Topolino: “Questo è un momento straordinario e storico per noi – uno che creerà un valore a lungo termine per la nostra azienda e i nostri shareholders [azionisti]. Unendo insieme i contenuti creativi e i talenti della Disney e della 21st Century Fox si crea una preminente azienda d’intrattenimento globale, ben posizionata per guidare un’era incredibilmente dinamica e trasformativa“.

L’acquisizione include i rinomati affari cinematografici produttivi della 21st Century Fox, inclusi Twentieth Century Fox, Fox Searchlight Pictures, Fox 2000 Pictures, Fox Family and Fox Animation; le unità creative televisive della Fox, quali Twentieth Century Fox Television, FX Productions e Fox21; FX Networks; National Geographic Partners; Fox Networks Group International; Star India; le parti Fox in Hulu, Tata Sky ed Endemol Shine Group.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto