Dakota Johnson: “Jesse Heisenberg mi ignorava sul set di The Social Network”

Jesse Eisenberg non è stato molto carino con Dakota Johnson sul set di The Social Network.

Dakota Johnson, la famosa Anastasia di Cinquanta sfumature di grigio, racconta della sua esperienza sul set con il collega Jesse Heisenberg

Dakota Johnson è ormai un nome famoso se non obbligatorio nella conoscenza di tutti i cultori del cinema contemporaneo. La 32enne figlia d’arte, generata da un’unione di attori celebri come Melanie Griffith e Don Johnson, era destinata alla fama a partire da una generazione ancora precedente. La sua famosissima nonna, infatti, non è altri che l’attrice favorita da Alfred Hitchcock, Tippi Hedren. Il rapporto tra Tippi – star assoluta di Gli uccelli – e Alfred, nel tempo, andrò deteriorandosi finché il regista non minacciò apertamente la carriera dell’attrice.

Ma le donne della famiglia, le discendenti di Tippi, sono tutte donne di grande successo. E sua nipote Dakota Johnson non è da meno. Di recente, Dakota è apparsa insieme alla sua co-star di The Social Network (2010), Andrew Garfield, in una intervista per Vanity Fair. Nonostante abbia coperto una parte piuttosto piccola nel film di David Fincher, Dakota ricorda perfettamente le lunghe attese sul set ed il suo primo incontro sia con Andrew Garfield che con Jesse Heisenberg. Parlando con Garfield, la star ha rivelato alcune piccole chicche sull’interprete di Mark Zuckerberg.

Ecco cosa ha confessato Dakota Johnson a Vanity Fair: “Tu [parlando di Andrew Garfield] e Jesse Eisenberg eravate così impegnati sul set di quel film, io invece ero nella pellicola per 4 secondi, quindi ho passato molti giorni sul set semplicemente osservando. Ricordo di essermi seduta con voi a pranzo un giorno e tu mi hai posto un sacco di domande, abbiamo parlato tanto. Tu sei stato davvero dolce, mentre Jesse non ha dato cenno di avermi vista. Forse era troppo calato nel suo personaggio!” Battuta sarcastica o una osservazione reale sul method acting dell’attore? Se Jesse era calato nel suo personaggio anche nelle ore di pausa, il gioco è valso la candela: per la sua interpretazione del creatore di Facebook, Eisenberg fu candidato all’Oscar!

 

Articoli correlati