Associazione Festival Italiana Festival di Cinema Coronavirus cinematographe

Cinque corti d’autore per raccontare la bellezza, la capacità e la competitività dell’Italia nel mondo: è questa l’iniziativa creativa post-Covid lanciata dall’Anica, l’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali, e dalla Farnesina per promuovere il cinema e l’audiovisivo italiano nel mondo.

“Il cinema è uno strumento di proiezione formidabile del nostro paese nel mondo e il contributo italiano alla storia del cinema è ampiamente riconosciuto e apprezzato in tutto il mondo. In questo momento delicato di ripartenza è necessario un rilancio, e l’iniziativa “Corti d’autore” nasce proprio da questa necessità di raccontare il nostro paese all’estero. Necessario è uno sforzo collettivo che ci coinvolga tutti in questa ripresa, attraverso un esercizio complesso ed appassionante, che sia di forte sostegno a tutto il comparto del cinema e dell’audiovisivo”, così Marina Sereni, Vice Ministra degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale con delega alla promozione della lingua e della cultura italiana all’estero, ha inaugurato la conferenza di presentazione del progetto Corti d’autore.

Raccontare quindi l’Italia che riparte, che ricomincia, ma riuscendo a sorvolare su qualsiasi tipo di stereotipo, è la sfida che viene lanciata a giovani creativi italiani di fama nazionale ed internazionale, supportati dalle società di produzione italiane coinvolte dagli stessi. L’iniziativa si prefigge così l’obiettivo non solo di far emergere e supportare nuovi talenti, ma soprattutto riaccendere la ripartenza del settore cinematografico e audiovisivo italiano partendo dalle possibilità e dalle potenzialità dell’Italia, dandone una nuova narrazione nel mondo.

Francesco Rutelli, Presidente dell’Anica: I corti d’autore, un raggio di luce che ci porti lontano

La collaborazione tra Anica e Farnesina si rinnova nuovamente, soprattutto in questo momento di grande difficoltà per il cinema, e dove solo una collaborazione sentita e corale può fare la differenza. Quella dei Corti d’autore è una call che si è aperta il 10 Luglio 2020 e che Francesco Rutelli, Presidente dell’Anica, ha definito “Un raggio di luce che ci porti lontano”.

L’iniziativa nasce da un lavoro frutto di un vero e proprio laboratorio creativo che ha  coinvolto diverse personalità del nostro cinema, con alle spalle una notevole esperienza internazionale, e che possano seguire e fare da guida nella fase di realizzazione i giovani creativi che emergeranno dalla competition: “Anica non ha lavorato da sola, perché diverse associazioni della nostra filiera che comprendono tutto il comparto cinematografico e audiovisivo hanno dato la loro disponibilità e supporto all’iniziativa, insieme anche alle scuole di cinema di rilievo nazionale. Uno speciale ringraziamento va a Cristina Comencini, Valeria Golino, Saverio Costanzo, Paolo Genovese, Nicola Guaglianone, Daniele Luchetti, per la loro esperienza internazionale messa al nostro servizio. Dall’incontro di tutti questi mondi, su mandato della Farnesina, sono scaturite le caratteristiche e le peculiarità che dovranno distinguere i cinque corti vincitori”, ha spiegato Francesco Rutelli.

Design, architettura e moda, editoria, cinema e audiovisivo, spettacolo dal vivo, arte e patrimonio, sono le cinque macro-aree artistiche che dovranno raccontare attraverso cinque corti d’autore l’eccellenza italiana nel mondo.

l’Italia che riparte e che si racconta al mondo: come partecipare

Un’Italia che è fabbrica delle cose, leader del saper fare bene, un paese competitivo e molto più capace della propria stessa auto narrazione, un paese che non ha paura di raccontare anche le sue contraddizioni, un paese sorprendente che vada oltre i luoghi comuni e la ricchezza dei suoi territori: queste le linee guida emerse dal laboratorio creativo messo su da Anica, e che dovranno rappresentare l’esercizio su cui realizzare cinque corti che si faranno portavoce dei tanti volti dell’Italia.

I cinque corti selezionati della durata di 3 minuti accompagneranno eventi in presenza fisica e online che si terranno presso ambasciate, consolati, e saranno ripetutamente coinvolti nella rete composta da Anica e Farnesina, costituendo una sorta di storytelling dell’Italia al mondo. Un’iniziativa culturale che è stata possibile grazie al sostegno ecomico del Decreto Cura Italia.

La giuria preposta alla valutazione dei corti è composta da cinque personalità indiscusse del mondo audiovisivo italiano con una visione internazionale: Maria Pia Ammirati, direttore di Teche Rai e a capo di Cinecittà Istituto Luce, Piera Detassis, Presidente e Direttore dell’Accademia del Cinema Italiano dei David di Donatello, Monica Maggioni, giornalista, Ludovica Rampoldi, sceneggiatrice, in ultimo de Il Traditore ma di diverse serie tv, e Gabriele Salvatores, regista Premio Oscar.

Il modulo di partecipazione, comprensivo di dati e progetto, dovrà essere inviato entro il 4 settembre 2020, e sarà prevista una retribuzione per ciascun vincitore di 95.000 euro. Il regolamento completo comprensivo di ulteriori dettagli per partecipare all’iniziativa Corti d’Autore è presente sul sito dell’Anica.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE