Chris Evans: l’attore racconta il suo provino più traumatico

Nel 2009, Chris Evans fece un provino per un ruolo nella commedia Observe and Report. Non ottenne la parte perché l'audizione fu un vero e proprio disastro.

Da leggere

Bartkoviak: recensione dell’action polacco Netflix

Le arti marziali miste, note anche come MMA (Mixed Martial Arts),sono uno sport da combattimento che incorpora una miscela...

Bob Odenkirk starà bene dopo il ricovero in ospedale, assicura il figlio

Secondo suo figlio, Bob Odenkirk starà bene e si sta riprendendo dopo essere stato ricoverato in ospedale a causa...

Il Signore degli Anelli: le pressioni subite dal regista sulla trama

Dominic Monaghan (Merry nella trilogia de Il Signore degli Anelli) afferma che Peter Jackson ha subito pressioni dai produttori. Il...

L’attore Chris Evans ha raccontato qual è stato il provino cinematografico più traumatico della sua carriera

Il successo l’ha ottenuto con Captain America nel Marvel Cinematic Universe, ma prima della grande fama Chris Evans ha dovuto sostenere numerosi provini mettendo in evidenza tutte le sue doti recitative. Un iter che tutti gli attori che vogliono entrare nel magico mondo di Hollywood devono seguire, ancor più se si è alle prime armi.

Chris Evans; Cinematographe.it
Chris Evans: l’attore racconta il suo provino più traumatico

Di certo, Chris Evans avrà un bel ricordo dell’audizione che fece per il personaggio di Steve Rogers, ma ce ne è stata una in particolare che è stata un vero e proprio trauma. In un’intervista a Backstage, l’attore ha infatti raccontato che nel 2009 fece un audizione per la commedia Observe and Report. Il risultato è stato catastrofico. Tutta colpa del nervosismo e dell’ansia:

Entrai nella stanza. C’erano Seth Rogen, il regista e il produttore. Per una qualche ragione, il mio cervello ha cominciato ad urlare ”No, no, no!”. Ho iniziato il provino, e, dopo aver letto le prime tre battute, ho avuto un’ondata di sudore e il mio viso è diventato rosso. A metà dell’audizione, ho detto: ‘Mi dispiace, ragazzi. Mi dispiace. Devo fermarmi”.  Esco nel corridoio, mi concentro e rientro. Succede la stessa cosa. Inizio a sudare e mi fermo di nuovo. Tornai un paio di giorni dopo, poiché me lo permisero. Entrai, iniziai a leggere le battute e quella ondata di sudore tornò. Riuscì a dire ”Ragazzi, mi dispiace così tanto…sto per andarmene”. Ovviamente non ho ottenuto quel ruolo.

Ultime notizie

Bartkoviak: recensione dell’action polacco Netflix

Le arti marziali miste, note anche come MMA (Mixed Martial Arts),sono uno sport da combattimento che incorpora una miscela...

Articoli correlati