Chi è Carlotta Rossi? Tutto ciò che sappiamo sulla donna che dice di essere la figlia di Bud Spencer

Carlotta Rossi, la presunta figlia di Bud Spencer, è una produttrice e vive da tanti anni a Londra.

A sei anni di distanza dalla sua morte, avvenuta a Roma il 27 giugno 2016 all’età di 86 anni, il nome di Bud Spencer è tornato alla ribalta. Il motivo è molto semplice: una donna, di nome Carlotta Rossi, sostiene di essere sua figlia e ha intrapreso un procedimento giudiziario per ottenere il riconoscimento. Per dimostrare la veridicità della sua tesi, la donna ha chiesto l’esame del DNA e un risarcimento da parte degli eredi per il “danno subito per la sostanziale mancanza della figura paterna nell’intero arco della vita”.

Chi è Carlotta Rossi, la presunta figlia di Bud Spencer?

Carlotta Rossi; cinematographe.it

Carlotta Rossi ha 46 anni e vive stabilmente a Londra. Lavora come produttrice nella filiale britannica di Banijay, la famosa multinazionale leader nell’ambito dello spettacolo. È madre di due figlie ed è sposata da alcuni anni con un uomo che si chiama Carlo, casualmente lo stesso nome di battessimo di Bud Spencer. In un’intervista rilasciata a Il Corriere della Sera, la donna ha rivelato che suo padre avrebbe provveduto al suo mantenimento fino alla laurea. È stato lui a pagarle gli studi, la scuola negli Stati Uniti e le vacanze. Fino alla sua morte, avvenuta nel 2016, Bud Spencer avrebbe anche inviato alla madre di Carlotta, Giovanna Michelina Rossi, un assegno di mantenimento di 1000 euro mensili.

Nel corso dell’intervista, Carlotta Rossi ha inoltre spiegato i motivi che l’hanno spinta a dire soltanto la sua verità: “Non c’è un motivo per cui ho deciso adesso di avanzare le mie richieste in Tribunale e di raccontare in un libro il grande amore che ha legato mia madre a mio padre. Oggi sono pronta, prima no. E mi sento affrancata dalla promessa fatta a mia madre, mancata il 9 novembre 2015, che non avrei mai detto a nessuno chi era mio padre”. Infine, la Rossi ha rivelato di non aver partecipato al funerale di Bud Spencer ma di aver presenziato alle esequie pubbliche in Campidoglio. “Sono andata soltanto in Campidoglio. Ho fatto la fila come tutti, accanto a ragazzi che avevano tatuato il suo nome e quello di Terence Hill sul braccio. Sono passata davanti alla salma, un cordone bordeaux separava noi dalla famiglia legittima. Io ero una spettatrice”, ha dichiarato.

Articoli correlati