Di ragazzi prodigio nella storia del cinema ce ne sono stati tanti. Alcuni hanno fatto carriera diventando gli attori più importanti della loro generazione, altri hanno deciso di fare altro. Ma quando sei protagonista di uno dei film più iconici di sempre e in aggiunta diretto da uno dei geni della settima arte come Stanley Kubrick, allora anche dopo 40 anni dall’uscita del film nelle sale le persone si chiedono che fine ha fatto quel bambino. Stiamo parlando di Danny Lloyd, il bambino che interpretò il piccolo Danny Torrance in Shining.

Shining; cinematographe.it
Che fine ha fatto il bambino di Shining? Ecco com’è oggi Danny Lloyd

Danny oggi ha 48 anni ed è diventato un’insegnante: di biologia in una scuola di Elizabethtown nel Kentucky e di scienze in una scuola del Missouri. Una carriera da attore durata pochissimo, tant’è vero che dopo Shining ha recitato solo un altro film (per la televisione), intitolato Will: The Autobiography of G. Gordon Liddy.

Stanley Kubrick lo scelse nel lontano 1980 perché fu particolarmente colpito dalla sua capacità di mantenere la concentrazione e di rimanere serio anche per lunghi periodi. Un’esperienza, quella del set di Shining in compagnia anche di Jack Nicholson, che Danny Lloyd ricorda piacevolmente:

Ho letto molte cose sul mio conto, ma no, non è andata proprio così. Kubrick e Jack Nicholson furono sempre molto gentili sul set e, per quanto possa apparire assurdo, io pensavo di girare un film su una famiglia problematica che viveva in un hotel. Punto. Mai percepito l’orrore che sarebbe poi arrivato sullo schermo. Su questo Kubrick fu sempre molto attento nel proteggermi e per anni ci mandò anche a casa gli auguri di Natale.

Per chi non lo sapesse o se non se ne fosse accorto, Danny Lloyd ha fatto un piccolo cameo in Doctor Sleep, sequel di Shining.