Cenerentola (2021): perché il film è su Amazon Prime Video e non su Disney+?

Perché l'ultimo film su Cenerentola non arriverà in streaming su Disney+? La risposta è semplice, anche se non banale.

La “versione moderna” di Cenerentola di Kay Cannon non sarà disponibile su Disney+

La nuova versione della classica storia Disney Cenerentola con protagonista Camila Cabello il 3 settembre arriverà su Amazon Prime Video invece che su Disney+. Ci sono stati diversi adattamenti della celebre storia sulla principessa negli ultimi decenni, incluso l’amato film d’animazione targato Disney uscito nel 1950. Dal musical con protagoniste Brandy e Whitney Houston del 1997, al live-action con Lily James del 2015, la storia d’amore tra la serva Cinderella e il principe è decisamente una delle più celebri di sempre.

Tuttavia, l’ultima versione live-action di questa classica storia, non è targata Disney come di consueto, bensì è stata prodotta dalla Columbia Pictures e distribuita dagli Amazon Studios (sul servizio streaming Amazon Prime Video). Cenerentola del 2021, una svolta moderna della classica fiaba che il pubblico ha imparato a conoscere e ad amare, non ha alcuna associazione con Disney, nonostante la sua storia sia sempre stata strettamente legata alla Casa di Topolino. Lo studio, in realtà, non possiede la storia originale della giovane donna che è diventata una principessa. È una storia che è stata raccontata nel corso dei secoli e che ha molte versioni diverse a seconda della regione e del periodo di tempo da cui proviene.

Cinderella

Leggi anche Cenerentola (2021): recensione del musical Amazon con Camila Cabello

La sua storia è stata resa celebre dallo scrittore francese Charles Perrault, mentre la versione più riconoscibile è probabilmente quella dei fratelli Grimm. Dal momento che la Disney rimaneggia la storia fin dal lontano 1950, è facile presumere che Cenerentola di Kay Cannon è a sua volta una produzione Disney, ma dimentichiamo che la storia fa parte della cultura pop e che è stata adattata già da diversi studi cinematografici.

Prima dell’acquisto da parte di Disney, la 20th Century Fox ha pubblicato La leggenda di un amore – Cinderella (Ever After), con Drew Barrymore e Dougray Scott, mentre la Miramax Films (ex acquisizione Disney) ha rilasciato Ella Enchanted – Il magico mondo di Ella con protagonista Anne Hathaway. Nel mondo dei mass media c’è una pletora di film su Cenerentola. E, nonostante portino su schermo diverse interpretazioni della storia, hanno tutti alcuni elementi in comune con la classica fiaba. Che sia una terribile matrigna, una scarpetta di vetro o il “cliché” della povera che diventa ricca, ogni storia è perfettamente riconducibile alla fiaba.

Cinderella, cinematographe.it

Cenerentola del 2021 – una versione musical della storia con diverse novità, tra cui una fata madrina interpretata da un attore omosessuale (Billy Porter) e il sogno della giovane Cinderella di diventare un’affermata stilista – sarà disponibile per lo streaming su Amazon Prime Video. E, poiché il film è stato prodotto e distribuito da due studi che non sono associati in alcun modo alla Disney, non sarà disponibile su Disney+ (nemmeno in futuro).

Quindi, mentre Ever After con Drew Barrymore è già disponibile su Disney+ a causa dell’acquisizione (nel 2019) di Fox da parte di Disney, l’ultimo film di Cenerentola non potrà mai finire sul servizio streaming della Casa di Topolino. La storia di Cinderella è senza tempo e non è soggetta a restrizioni date da studi cinematografici. Appartiene alla cultura pop e non a un singolo studio, e questa è una buona cosa. La sua fiaba verrà sempre trasformata in qualcosa di nuovo, anche negli anni a venire.

Articoli correlati