Bong Joon-Ho, Cinematographe.it

Il regista Bong Joon-Ho ha vinto la Palma d’Oro al Festival di Cannes grazie al film Parasite. Ecco cosa ha dichiarato il direttore coreano dopo la vittoria

La Palma D’Oro è sua. Dopo essersi fatto notare per pellicole come Snowpiercer il regista Bong Joon-ho ottiene uno dei massimi riconoscimenti mondiali con la vittoria della Palma d’Oro per la sua pellicola Parasite. 

Il regista subito dopo la cerimonia ha rilasciato alcune dichiarazioni attraverso le quali ha espresso il proprio stato d’animo:

Nel 2006 sono venuti qui per vedere una retrospettiva su Kim Ki-young. Sono andato nella biblioteca di Francia e sono rimasto colpito per il fatto che i francesi apprezzassero i suoi film. Oggi ricevo la Palma d’Oro, ma non sono l’unico regista coreano che potrebbe ottenerla. Ci sono un sacco di talenti del mio Paese che potrebbero arrivare ad un tale riconoscimento. Mi piacerebbero fare delle retrospettive sui grandi registi Coreani. Magari questo risultato mi permetterà di muovermi verso questo obiettivo. Si tratta di un’opportunità per le persone di tutto il Mondo per avvicinarsi maggiormente al cinema coreano.

Cannes 2019 – Parasite: recensione del film

In Parasite Song Kang-ho è Ki-taek, un disoccupato che vive in uno scantinato caotico e sporco con la moglie e i due figli. Un giorno uno di questi, Ki-woo (Choi Woo-sik), riesce a ottenere un buon lavoro al servizio della ricca famiglia Park, falsificando dei documenti con l’aiuto della sorella Ki- jung (Park So-dam). La povera famiglia di Seoul può avere quindi l’occasione di lasciare quell’appartamento squallido e sperare in un futuro diverso. Così la casa dei Park, una lussuosa villa di roccia liscia e vetro trasparente, diventa lo scenario di una tragicommedia familiare in cui i destini di due realtà socialmente molto distanti si incrociano.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto