bruno ganz cinematographe.it

Ci lascia a 77 anni Bruno Ganz, attore svizzero “scoperto” dal regista Wim Wenders.

Volto iconico del cinema tedesco, Bruno Ganz ha lavorato anche in produzioni italiane. Nato nel 1941 a Zurigo, debutta a soli vent’anni nel film Der Herr mit der schwarzen Melone. Qui viene notato dall’attore Gustav Knuth che ne elogia il talento. Il primo ruolo importante arriva nel 1977 con il regista Wim Wenders che lo ingaggia nel ruolo di Jonathan Zimmermann nel suo film L’amico americano. Nel 1978 interpreta Jonathan Harker nella rivisitazione di Nosferatu, il principe della notte diretta dal regista Werner Herzog. Con Wim Wenders collabora successivamente nel 1987 nel celebre film Il cielo sopra Berlino. Oliver Hirschbiegel lo dirige nel 2004 nel film La Caduta dove interpreta Adolf Hitler. Tra le partecipazioni in produzioni italiane, ricordiamo la miniserie tv del 1995 Il Grande Fausto, dedicata al ciclista Fausto Coppi, La fine è il mio inizio di Tiziano Terziani nel 2010 e Pane e Tulipani, del 2000, che gli valse il David di Donatello alla migliore interpretazione maschile.

Lo scorso anno gli era stato diagnosticato un cancro all’intestino. Bruno Ganz si era sottoposto a chemioterapia.

Lo vedremo presto nel suo ultimo ruolo: quello nel film diretto dal regista Lars Von Trier, La casa di Jack, in uscita il 28 Febbraio nelle sale italiane.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto