Bruce Willis frena: “I diritti sulla mia immagine sono ancora miei”

Il deepfake non s'ha da fare evidentemente. O non ancora.

Appena pochi giorni fa parlavamo di Bruce Willis e di come l’attore avesse in qualche modo – piacesse o meno – fatto la storia, essendo stato il primo a vendere i diritti sulla propria immagine a una società che si occupa di deepfake. In questo modo – si diceva – l’attore avrebbe potuto continuare a recitare anche ora che si è ritirato dalle scena a causa dell’afasia. Ora lo stesso attore o, meglio, un suo portavoce ha frenato gli entusiasmi o le critiche affermando come non ci sia niente di vero. Nel senso che Bruce Willis detiene ancora i diritti della propria immagine e quello con la DeepCake – la società russa che avrebbe acquistato detti diritti e che li ha subito usati per una pubblicità telefonica – è stato solo un accordo a fini appunto pubblicitari.

Ma Bruce Willis li ha oppure no questi diritti?

Bruce Willis Cinematographe.it

La conferma di questa nuova versione dei fatti arriva dalla stessa società russa DeepCake con una dichiarazione rilasciata alla BBC: “La terminologia è sbagliata. Bruce non poteva vendere a nessuno quei diritti, sono suoi di default“. L’impressione, come hanno fatto notare alcuni commentatori, è che si tratti di una mera questione linguistica e che effettivamente Bruce Willis abbia fatto un qualche tipo di accordo a lunga durata con questa compagnia. Staremo a vedere che cosa succederà in futuro. Certo, si tratterebbe come detto di un fatto epocale anche se, a voler essere puntigliosi, già un altro attore di Hollywood ha di recente fatto una cosa simile a questa. Si tratta di James Earl Jones, l’indimenticabile interprete della voce di Darth Vader che ha ceduto alla Respeecher i diritti per usare proprio la sua voce. L’attore è andato in pensione, ma la sua iconica voce sopravvivrà a lungo grazie alla tecnologia.

Leggi anche Bruce Willis fa la storia: ha venduto la propria immagine a un’agenzia di deepfake

Fonte: Deadline

Articoli correlati