Dopo lo scivolone con Fury, Brad Pitt sembra intenzionato a rimettersi in carreggiata, ed ha comunicato attraverso la sua casa di produzione, la Plan B, di essere interessato alla trasposizione cinematografica del best seller The Big Short: Inside the Doomsday Machine di Michael Lewis, che secondo il New York Times è “un resoconto brillante e grottesco della decadenza dell’economia americana”. Per chi non conoscesse Lewis vi diciamo che c’è lui dietro i testi di The Blind Side vincitore di un Oscar e L’Arte di Vincere a cui ha partecipato lo stesso Brad guadagnandosi una candidatura al Oscar come Miglior Attore Protagonista.

the big short
La copertina del libro di Michael Lewis

Per The Big Short Brad Pitt ha chiamato a raccolta il meglio di Hollywood, riuscendo a convincere Christian Bale reduce dalle fatiche di Exodus (film che non ha entusiasmato critica e pubblico) e Ryan Gosling che ha passato un periodo di evanescenza dal grande schermo, per quanto riguarda la sceneggiatura abbiamo il nome di Adam Mckay regista di Anchorman e a breve al cinema come sceneggiatore di Ant-Man, attualmente il nome di McKay è stato accreditato anche come probabile regista, e vista l’importanza che sta acquisendo in questo periodo la Plan B non sembra interessata a cercare nomi più altisonanti.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto