Dragon Trainer - Il mondo nascosto box office usa cinematographe.it
Scopri il nostro Shop Online

Al Box Office USA Dragon Trainer – Il mondo nascosto dà del filo da torcere alle altre uscite

Dopo una gara serrata per la conquista del primo posto al box office americano, il terzo capitolo di Dragon Trainer continua ad avere il primato anche nel suo secondo weekend incassando altri $ 30 milioni. L’avventura animata targata DreamWorks ha maturato in Nord America un totale di circa $ 100 milioni, mentre a livello nazionale si assesta attualmente sui $ 97,6 milioni.

Il film d’animazione diretto da Dean DeBlois è riuscito a tenere testa anche al film di Tyler Perry, A Madea Family Funeral, che comunque non ha iniziato per niente male, accaparrandosi $ 27 milioni da 2.442 sale. Il film segna la fine di un franchise lungo 15 anni in cui Perry non funge solo da regista bensì anche da protagonista e produttore. Con A Madea Family Funeral si conclude la sua collaborazione con la Lionsgate.

Il terzo posto è andato ad Alita – Angelo della Battaglia, il film 20th Century Fox che ha guadagnato $ 7 milioni nel suo terzo fine settimana. Prodotto da James Cameron e diretto da Robert Rodriguez, l’avventura fantascientifica ha incassato $ 72,5 milioni al box office nazionale. All’estero Alita ha generato 278 milioni di dollari. Questo è un buon segno per la Fox, dal momento che si tratta del suo ultimo film prima della fusione con Disney.
Tratto dall’omonimo manga, è costato alla produzione $ 170 milioni e altrettanti ne sono stati spesi per il marketing e la distribuzione. Secondo gli esperti, per far tornare i conti il film dovrà incassare almeno $ 500 milioni, ma secondo la stessa Fox l’incasso totale sarà pari a a $ 350 milioni.

A seguire nella classifica del box office abbiamo The Lego Movie 2: Una nuova avventura con $ 6 milioni di incasso che portano il totale – per quanto riguarda il botteghino nordamericano – a $ 91 milioni. Pur avendo avuto delle ottime recensioni, pare che il sequel del film LEGO non riuscirà a raggiungere i livelli del suo predecessore (che aveva incassato ben 469 milioni di dollari in tutto il mondo), secondo gli esperti questo potrebbe derivare dalla troppa attesa e dalla presenza di due spin-off nel corso di questi 5 anni.

Nel frattempo, la vittoria agli Oscar di Green Book, diretto da Peter Farrelly con Viggo Mortensen e Mahershala Ali nel cast, ha fatto fruttare alla Universal un incasso di 4,7 milioni di dollari. Il film è infatti tornato nelle sale, giungendo al quinto posto al botteghino di questa settimana e totalizzando un guadagno di $ 75 milioni in Nord America e $ 74 milioni oltreoceano. Partito non benissimo, almeno sul fronte degli incassi, la vittoria agli Oscar gli ha dato una bella spinta in avanti, facendogli ottenere un incremento del 121% nelle entrate.

Greta, il film horror targato Focus Features con Chloe Grace Moretz e Isabelle Huppert protagoniste, ha deluso le aspettative incassando solo $ 4,5 milioni e finendo al settimo posto del box office USA. Diretta da Neil Jordan, la pellicola segue la storia di due donne che per acso stringono un rapporto d’amicizia che si rivelerà morboso e pericoloso.

A conti fatti, il box office USA lascia intendere un calo nella vendita dei biglietti rispetto allo scorso anno in cui a dominare, nello stesso periodo, vi era Black Panther. Forse qualcosa cambierà la settimana prossima con l’arrivo di Captain Marvel.