Beverly Hills Cop 4

Sembra che la produzione di Beverly Hills Cop 4 inizi a a carburare. Il film rimane senza programmazione ed è stato inserito e tolto dai piani di produzione più volte. Ora sembra che la Paramount stia rendendo le cose ufficiali con la scelta di due registi per dirigere la pellicola. Il debutto del film era stato fissato inizialmente a marzo di quest’anno, ma è stato tolto dal calendario dello studio circa un anno fa. Brett Ratner avrebbe dovuto dirigerlo, ma non sono stati raggiunti degli accordi definitivi e il progetto è stato stoppato di nuovo. Ora sembra che Eddie Murphy e il produttore Jerry Bruckheimer abbiano trovato un sostituto, anzi due. I due registi vincitori del Toronto International Film Festival, Adil El Arbi e Bilall Fallah, dirigeranno Beverly Hills Cop 4, che vedrà il ritorno di Eddie Murphy nei panni di Axel Foley. El Arbi e Fallah sono conosciuti per il loro crime drama Black, che ha vinto il TIFF Discovery Award nel 2015. Murphy e Bruckheimer si sono dimostrati ammiratori del lavoro dei due registi belgi, tanto da fissare un appuntamento per arrivare ad un accordo. El Arbi e Fallah si sono detti entusiasti di collaborare in un progetto del genere, essendo loro stessi grandi fan della serie di film.
La sceneggiatura dovrebbe essere curata da Josh Appelbaum e Andre Nemec, ma nulla è sicuro visti i precedenti turbolenti di questa produzione; l’ultima notizia risale a gennaio quando il team creativo era ancora al lavoro per migliorarlo. Murphy ha dichiarato che non farà il film se il copione “non è più che incredibile”. I fan del franchise che ha contribuito a caratterizzare il cinema anni Ottanta, sperano in una risoluzione definitiva, ma per avere notizie definitive dovranno attendere ancora un po’. Come era prevedibile non esiste ancora una data d’uscita indicativa e il film non è nemmeno in pre-produzione.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto