Avengers: Infinity War – vedremo davvero 67 supereroi?

Da leggere

Eternals è il primo film Marvel con una coppia di supereroi gay

Eternals getta le basi per un'importantissima rivoluzione nel mondo dei supereroi sul grande schermo Phastos, uno dei membri degli Eterni,...

Chi era Ludovica Modugno? La sua vita fra doppiaggio, cinema e teatro

Si è spenta il 26 ottobre, a 72 anni, Ludovica Modugno, a causa di un malore che l’aveva colpita...

Ai confini del male. Alfieri e il cast parlano del film, dal “finale cinico” alle citazioni cinefile

Liberamente ispirato al romanzo Il Confine di Giorgio Glaviano (Marsilio Editore), Ai confini del male è un thriller ricco...

Block title

Ricordate quando i fratelli Russo, registi dell’imminente Captain America: Civil War, lasciarono presagire in un’intervista la presenza di ben 67, poi 68, eroi in Avengers: Infinity War? Bene. Ora gli sceneggiatori Christopher Markus e Stephen McFeely hanno spiegato ad Huffingtonpost la verità celata dietro quella particolare dichiarazione. Christopher Markus ha detto:

Beh, voglio dire che il numero deriva da tutti i personaggi già introdotti. Se mettiamo a disposizione i personaggi dei film Marvel precedenti, il numero si aggira attorno ai 60. Per non parlare di quelli che potremmo ancora introdurre.

Stephen McFeely ha poi aggiunto:

Il nostro ufficio è pieno di fascicoli con i personaggi che sono ancora vivi e disponibili. Quando i fratelli Russo li hanno letti ne sono rimasti entusiasti, eppure non vuol dire che questi eventuali 67 personaggi avranno tutti una parte importante nei due film.

A tal proposito, quel 67 non si riferisce necessariamente a ciò che vedremo nel film, ma a ciò che potremmo eventualmente aspettarci. Riguardo il villain principale, Thanos, i due sceneggiatori hanno parlato del ruolo di spicco che avrà nei film. Non essendo stato vero cattivo nei film precedenti, ma solo un personaggio di contorno, sarà fondamentale e divertente vederlo in azione. Ma una domanda sorge spontanea: avendo già introdotto il personaggio, sarà diverso portarlo in vita rispetto ad altri antagonisti già incontrati?
Christopher Markus ha detto:

In un certo senso sì. Gli spettatori in un certo qual modo sanno cosa sta per accadere. Sta a noi quindi trovare un modo per gestire un personaggio conosciuto.

Stephen McFeely ha commentato:

Thanos non ha ancora avuto una scena di spicco. E penso che questo sia a nostro vantaggio. Le persone sanno chi è e a noi non serve renderlo ancor più interessante di quanto sia, non dobbiamo convincerli. Noi non dovremo far altro che portarlo all’azione.

Resta sempre aggiornato su Avengers: Infinity War cliccando QUI.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Eternals è il primo film Marvel con una coppia di supereroi gay

Eternals getta le basi per un'importantissima rivoluzione nel mondo dei supereroi sul grande schermo Phastos, uno dei membri degli Eterni,...

Articoli correlati