Austin Butler e il prezioso consiglio di Leonardo DiCaprio su Baz Luhrmann: “Stai attento!”

Austin Butler ha chiesto aiuto a Leonardo DiCaprio, diretto per ben due volte dal regista, prima di iniziare le riprese del biopic Elvis.

Elvis ha debuttato nelle sale italiane il 22 giugno, conquistando sin da subito il 1° posto del box office. La storia del Re del Rock n’ Roll non era mai stata raccontata in maniera così approfondita e da un punto di vista così particolare, quello del manager del cantante, il colonello Tom Parker. Se a vestire i panni di Parker è una leggenda del cinema – Tom Hanks – in quelli di Elvis vi è invece un giovane attore apparso fino ad ora in ruoli minori, sia a cinema che in televisione, Austin Butler. Butler, quindi, si è approcciato al ruolo sapendo che avrebbe potuto sancire l’inizio di una brillante carriera o far finire il suo nome definitivamente nel dimenticatoio. Ad aumentare l’ansia della star – oltre al “peso” del personaggio interpretato – il dover lavorare con un regista geniale ma imprevedibile, autore di pellicole irripetibili e totalmente fuori dagli schemi: Baz Luhrmann.

Austin Butler e il consiglio di Leonardo DiCaprio

Austin Butler ha dato prova delle sue indiscutibili abilità attoriali dando vita ad un Elvis credibile e mai caricaturale. Ma come ha fatto a gestire la pressione di lavorare con un regista come Baz Luhrmann? A rivelare il segreto della sua alchimia con il cineasta è stato lo stesso attore, durante un’intervista rilasciata in esclusiva ad Entertainment Weekly. Butler ha infatti raccontato di aver chiesto un consiglio ad un attore fra i più amati di Hollywood: Leonardo DiCaprio. La star deve infatti la sua fama e il suo successo proprio a Luhrmann, il quale lo ha diretto in Romeo + Giulietta di William Shakespeare – trampolino di lancio per la sua carriera futura. Butler ha avuto l’occasione di parlare con DiCaprio sul set di C’era una volta a… Hollywood di Quentin Tarantino ed è stato messo in guardia dall’attore sull’imprevedibilità del regista: “

Leo mi ha detto: “Stai attento, Baz ti prenderà sempre alla sprovvista e tirerà fuori cose da te che non sapevi di avere dentro”. In effetti, questa è esattamente l’esperienza che ho avuto. Ci sono stati giorni in cui ho pensato, “Baz, perché non facciamo semplicemente quello che abbiamo preparato?”. Mi sono reso conto che mi avrebbe spinto al limite di ciò di cui ero capace. Ma, in un certo senso, bisogna saper cogliere l’attimo: se avessimo fatto la cosa che avevamo preparato, sarebbe potuta risultare già vecchia.

Un consiglio che si è rivelato fondamentale e che ha permesso ad Austin Butler di affidarsi completamente al “suo” regista, dando vita ad un’interpretazione acclamata da critica e pubblico. Del resto, DiCaprio ha collaborato con Luhrmann anche ne Il Grande Gatsby (2013). Chissà se anche Butler avrà quindi la possibilità di recitare nuovamente in una pellicola del cineasta.

Leggi anche Elvis: recensione del film di Baz Luhrmann

Articoli correlati