Arnold Spielberg, padre di Steven Spielberg, è morto a 103 anni

Arnold Spielberg è morto per case naturali a 103 anni. "Tu sei il nostro focolare. Tu sei la nostra casa", ha detto il figlio Steven, noto regista.

Da leggere

Star Wars: rivelato il titolo ufficiale dello speciale dedicato a Boba Fett

Tramite la pubblicazione di un video promozionale, Disney + ha rivelato il titolo ufficiale del documentario su Star Wars...

Eternals 2: Chloe Zhao apre alla realizzazione del sequel

Durante una recente intervista, Chloe Zhao si è detta disponibile a tornare a curare la regia per un eventuale...

Leonardo DiCaprio aderisce all’appello ambientalista lanciato dal principe Harry

Leonardo DiCaprio, che è noto per la sua attenzione alle questioni ambientali, ha aderito all'appello lanciato dal principe Harry Recentemente,...

Block title

Arnold Spielberg, il padre del regista Steven Spielberg, è morto martedì 25 agosto per cause naturali. Aveva 103 anni

Steven Spielberg era con suo padre Arnold la notte della sua morte. “Tu sei il nostro focolare. Tu sei la nostra casa”, ha detto il premiato regista di suo padre, che era un ingegnere della General Electric. “Quando vedo una PlayStation, quando guardo un telefono cellulare… dalla più piccola calcolatrice a un iPad… guardo mio padre e penso che era in un team di geni che inventato tutto questo”. Oltre a Steven, Arnold Spielberg aveva tre figlie: Anne, Nancy e Sue. In una dichiarazione, i figli hanno detto che il padre ha insegnato loro ad “amare la ricerca, espandere la loro mente, tenere i piedi per terra, ma raggiungere le stelle, guardando in alto”.

Spielberg è nato il 6 febbraio 1917 a Cincinnati, Ohio, e presto ha sviluppato una passione per l’apprendimento e l’innovazione. All’età di 6 anni ha trasformato la soffitta della sua famiglia in un laboratorio improvvisato e ha creato invenzioni, invitando i suoi amici a tenere gli elettrodi di una macchina elettrica che ha realizzato collegando insieme le batterie. All’età di 12 anni ha creato la sua prima radioamatoriale, che ha aperto le porte a una vita passata a condividere storie con estranei attraverso le onde radio. L’amore per la narrazione è stato qualcosa che ha trasmesso ai suoi figli. “Ha fatto amicizia alla radio. Ha parlato con persone di cui non aveva mai saputo l’esistenza. È entrato in contatto con estranei e questa affabilità è qualcosa che ha portato nella vita reale, spesso facendo amicizia con un’altra persona in fila da Starbucks o al tavolo accanto a lui”, ha raccontato sua figlia Sue.

Nel dicembre del 1941 si arruolò come sergente nell’esercito, continuando a lavorare come operatore radio e capo delle comunicazioni. Quando Spielberg tornò dalla guerra nel 1945, sposò Leah Posner, era una talentuosa pianista, e Steven nacque l’anno successivo. Arnold è tornato a scuola e ha conseguito una laurea in ingegneria elettrica presso l’Università di Cincinnati. Nel 2012 è stato riconosciuto dallo Shoah Foundation Institute della University of Southern California per la sua promozione dell’umanità attraverso la tecnologia e la sua catalogazione e organizzazione di testimonianze dell’Olocausto. Fino ai suoi ultimi giorni ha tenuto lezioni online su tutto, dalla termodinamica alla storia all’astronomia. Con i suoi figli guardava film, ascoltava musica classica e trascorreva del tempo nel suo patio con vista sulle Pacific Palisades.

SourceVariety

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Star Wars: rivelato il titolo ufficiale dello speciale dedicato a Boba Fett

Tramite la pubblicazione di un video promozionale, Disney + ha rivelato il titolo ufficiale del documentario su Star Wars...

Articoli correlati