Schwarzenegger terminator - destino oscuro, cinematographe.it

Arnold Schwarzenegger ha scritto una lettera agli americani che in queste ore stanno protestando in tutti gli Stati Uniti

Pubblicata sul The Atlantic la lettera che l’ex Governatore della California Arnold Schwarzenegger ha scritto rivolto a tutti gli americani. Nella lettera, dal titolo L’America che amo deve fare di meglio, l’attore, produttore, imprenditore ed ex culturista di origini austriache si schiera a favore dei manifestanti che negli ultimi giorni stanno facendo sentire le loro voci in quasi tutti gli Stati Uniti, manifestazioni nate in seguito all’ennesimo abuso di potere da parte dei poliziotti americani contro gli afroamericani. La lunga lettera è visibile QUI, ma noi ve ne riportiamo qualche paragrafo, tra i più significativi:

I giorni scorsi ci hanno ricordato che l’America non è perfetta. Credo ancora che siamo il più grande Paese del mondo, ma siamo al meglio quando ci guardiamo allo specchio, affrontiamo i nostri demoni e li gettiamo via per diventare migliori ogni giorno. I manifestanti che vediamo nelle strade non odiano l’America. Ci stanno chiedendo di essere migliori. Lo chiedono in nome dei nostri compagni americani che non hanno più voce: Ahmaud Arbery, Breonna Taylor, George Floyd e molti altri. Deve finire. Ci rimetteremo tutti in piedi. Ci vorrà una migliore formazione per gli agenti di polizia. Servirà che la maggior parte degli agenti di polizia, che sono bravi, spingano per il cambiamento. Ma deve finire. Questo non è un attacco agli agenti della polizia. È una critica a un sistema che non funziona. Mio padre era un ufficiale di polizia. Ho sempre fatto il tifo per gli agenti di polizia, ma puoi essere un fan di qualcosa e vedere ancora ciò che è sbagliato al suo interno. Ed è chiaro che qualcosa non va.

Non possiamo ignorare i problemi di disuguaglianza in questo Paese. Nessuno può negare che le minoranze si trovano dalla parte sbagliata del nostro sistema giudiziario. Nessuno con un cuore può guardare questi omicidi e non provare profonda tristezza, rabbia e persino colpa. È molto facile vedere gli edifici in fiamme e le aziende distrutte e distogliere lo sguardo dal significato delle proteste o scartarle del tutto. Credimi, odio le rivolte tanto quanto chiunque, e la violenza deve finire adesso. Le aziende e le auto in fiamme non hanno portato cambiamenti significativi dopo Watts o il 1968 o i disordini del 1992 e non porteranno cambiamenti oggi. Questi vandali distraggono solo dall’importante messaggio delle proteste. Ma noi americani non possiamo lasciare che il fumo oscuri i veri problemi che dobbiamo affrontare.

Non è un lavoro facile, guardarsi allo specchio. Come americani patriottici, vogliamo credere che la nostra nazione sia oltre il razzismo. Come individui non vogliamo credere che nutriamo sottili stereotipi e pregiudizi. Ma è un lavoro importante, perché la grandezza dell’America non proviene dallo status quo; deriva dalla nostra costante lotta per mantenere la nostra promessa. Questo, per me, non è un problema politico. È un problema patriottico. Quando Thomas Jefferson scrisse che “tutti gli uomini sono creati uguali”, il nostro paese certamente non ha mantenuto la promessa. Ma generazioni da allora hanno spinto i confini, portando l’uguaglianza sempre più vicino alla realtà. Questa è la storia americana, e dobbiamo ricordare che è una storia dolorosa per chiunque lasciato fuori da quella promessa. Il patriottismo non è solo l’amore cieco della nostra bandiera. È il lavoro che facciamo per migliorare il nostro Paese per ogni americano. 

Possiamo fare di meglio. Dobbiamo essere disposti ad ascoltare, ad imparare, a guardarci allo specchio e capire che nessuno di noi è perfetto. Dobbiamo essere disposti a vederci come americani e non come nemici. Dobbiamo essere disposti a sederci e fare il duro lavoro per riformare il Paese, senza preoccuparci delle stupide linee di partito. Sono pronto ad ascoltare e lavorare per rendere l’America migliore ogni giorno. Voi lo siete?

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE