478

Già pronto a tornare nei panni nell’iconico ruolo di T-800 in Terminator Genisys, si cimenterà anche in un dramma incentrato sulla vendetta: 478. La notizia è stata annunciata da Deadline, secondo cui starebbero lavorando alla sceneggiatura Javier Gullon (già sceneggiatore di Enemy) e il regista Darren Aronofksy (acclamato autore di film come Il Cigno Nero o Requiem for a Dream). Quest’ultimo sarebbe pronto anche a vestire il ruolo del produttore, con la sua Protozoa Pictures.

478 vedrà il protagonista Schwarzenegger nei panni di un uomo che ha perso moglie e figli in uno schianto aereo, causato dalla disattenzione di un controllore del traffico aereo. Nonostante il responsabile sia stato arrestato e posto sotto custodia, il personaggio di Schwarzenegger ha piani di vendetta. Come si può notare da questa breve sinossi, siamo molto lontani dagli action thriller che hanno reso famoso l’attore. Il film appare di più come un film ragionato ed incentrato sulla storia del personaggio, una storia, insomma, più in linea con la recente interpretazione di Schwarzenegger in Maggie.

Una svolta quieta che, però, non sembra essere definitiva per il nostro Schwarzy, se è vero che, ancora prima di conoscere i risultati al botteghino del nuovo Terminator Genisys, l’attore ha affermato che gli piacerebbe riprendere ancora una volta i panni di T-800 per un nuovo film post Genisys. Inoltre, Schwarzenegger è pronto anche a tornare nell’Epoca Hyboriana, tornando per la Universal  Pictures ad interpretare l’eroe che lo ha reso celebre nell’attesissimo The Legend of Conan. Il film, si prevede, espanderà l’universo cinematico basato sui racconti di Robert E. Howard. Tornando, invece, a 478, le riprese del film dovrebbero iniziare questo autunno.

Fonte: comingsoon.net

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE