Alice nella città, cinematographe.it

Ecco i vincitori di Alice nella città 2019, la diciassettesima edizione della sezione parallela e autonoma della Festa del Cinema di Roma

Sono stati decretati i vincitori dell’edizione 2019 di Alice nella città, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma, in corso dal 17 al 27 ottobre. Tra i vincitori spiccano The Dazzled di Sarah Suco, che si è aggiudicato il Premio per il miglior film con la seguente motivazione:

Per la capacità di raccontare una storia cruda e coinvolgente, attenta ai dettagli di una realtà tragica, cogliendo al tempo stesso in modo intelligente le sfumature comiche di una vita imprigionata. Un film travolgente che emoziona e fa riflettere su un contesto lasciato spesso in ombra, qui descritto dalla luce accecante di una lotta interiore verso la salvezza.

La famosa invasione degli orsi in Sicilia, di Lorenzo Mattotti, vince il Premio alla miglior regia:

Una favola senza tempo destinata ad adulti e bambini raccontata con efficacia, delicatezza e maturità. Una regia che eredita lo straordinario talento compositivo delle illustrazioni di Lorenzo Mattotti ed immerge lo spettatore nella magica Sicilia di Buzzati.

Il Premio speciale della giuria è invece andato a Son-Mother, di Mahnaz Mohammadi,

per la messa in scena lucida e partecipe di emozioni profonde e coinvolgenti, calate in una dimensione di denuncia culturale, sociale e politica. Un film in cui l’assenza di parole è un urlo alla libertà d’espressione.

Cleo di Eva Cools ha vinto il Premio TIMVision con la seguente motivazione:

Cleo è un film drammatico e autentico che sceglie la strada più difficile per raccontare l’elaborazione del lutto e il senso di colpa incrociando sullo stesso piano la vittima e il carnefice. Le atmosfere malinconiche di Bruxelles scandite dalla musica di Segej Rachmaninov contribuiscono a rendere il tutto ancora più sospeso e introspettivo.

A Cleo è andato anche il Premio Do Rising Star Award, per Anna Franziska Jaeger, e Premio MyMovies Opera Prima. Buio, di Emanuela Rossi, ha vinto il Premio Raffaella Fioretta per il Cinema Italiano – Roma Lazio Film Commission. Il Premio RBCasting è andato a Beatrice Grannò per Mi chiedo quanto ti mancherà di Francesco Fei. Nora Stessi per L’Agnello riceve la Menzione Speciale per l’Interpretazione. Tullio Trotta è stato premiato con il Pietro Coccia per la Fotografia. A Marcello Giovani invece il Premio Instant Stories Cinemotore alla sceneggiatura, per Bang Bang. 3 sleep di Christopher Holt vince il Premio Lotus al Miglior Cortometraggio.

Foto in copertina: Alex Mezzenga, Alice nella città

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE