Lupin – Stagione 2: la spiegazione del finale delle avventure del nuovo ladro gentiluomo

Assane riesce ad avere giustizia su Pellegrini? Cosa succede a suo figlio? E tra lui e Claire è possibile una nuova storia? Ecco le risposte a tutte le domande sulla serie Netflix. 

Lupin stagione 2 Cinematographe.it

Lupin è appena tornato con la seconda stagione, o meglio la seconda parte di episodi, e già ha conquistato tutti. La deliziosa serie Netlflix con protagonista l’irresistibile Omar Sy è riuscita in modo delicato, divertente e raffinato a raccontare il mitico personaggio di Lupin in modo completamente nuovo. Assane Diop è un protagonista anti-eroe a cui è impossibile non affezionarsi, così come non è possibile non innamorarsi ancora una volta di Parigi, mostrata in modo meraviglioso.

Insomma, la seconda parte di Lupin ci è piaciuta tanto quanto la prima, come potete leggere nella nostra recensione. Soprattutto il finale, ricco di colpi di scena, riesce tenere incollato lo spettatore fino all’ultimo secondo e a lasciarlo davanti allo schermo con il fiato sospeso. Mentre aspettiamo la terza parte di Lupin, parliamo insieme del finale della seconda stagione e di quello che potremmo aspettarci dal seguito della storia.

Come finisce Lupin – Stagione 2?

Lupin stagione 2 Cinematographe.it

La fine della prima parte di Lupin ci aveva lasciati in sospeso con il rapimento di Raoul, il figlio di Assane e Claire, da parte di uno degli scagnozzi del perfido antagonista Hubert Pellegrini. La seconda stagione della serie riprende esattamente da questo punto, e ci accompagna in un crescendo di emozioni fino alla risoluzione finale della vendetta tanto cercata dal nostro protagonista. Concentrandosi di più sulla vita dei personaggi e sul tema del razzismo, i cinque episodi ci conducono tra un’illusione e un’inseguimento fino all compiersi del desiderio di vendetta nei confronti di Pellegrini.

Vi state chiedendo se Assane riesce finalmente ad assicurare il perfido milionario alla giustizia? La risposta è sì, e lo fa tramite l’aiuto del prezioso amico Benjamin Ferel, all’inaspettata fiducia che riceve dal detective Youssef Guedira e ai suoi immancabili trucchi, che comprendono una rocambolesca fuga nelle catacombe di Parigi. Grazie a un sapiente gioco di flashback mai annunciati (tranne quelli ambientati durante l’infanzia di Assane) il piano del nostro moderno Lupin si dipana senza che lo spettatore se ne accorga. Quello che vediamo è Assane riavvicinarsi a Juliette Pellegrini, è Assane messo alle strette dalla corruzione della polizia, è addirittura Claire che lo tradisce, pur se poi si redime all’ultimo momento. In realtà il nostro ladro gentiluomo ha previsto tutto, e con una serie di colpi di scena ben piazzati riesce a incastrare sia Pellegrini sia Dumont, il commissario di polizia corrotto. Ma attenti a non crogiolarvi: anche se potrebbe sembrare che vinca il “bene”, il finale è in realtà dolce amaro e vede il nostro (anti)eroe costretto a prendere una decisione difficile.

Lupin – Stagione 2: la spiegazione del finale 

Lupin stagione 2 Cinematographe.it

Il finale della stagione 2 di Lupin di soddisfazioni ce ne regala parecchie. Prima di tutto, il grande colpo di scena che riesce a sconfiggere Pellegrini è il piazzare un complice proprio in “casa sua”. Si tratta della new entry Stefan Crepon, che ci convince essere per cinque puntate di essere uno specialista in frodi fiscali di nome Philippe Courbet e che invece alla fine si rivela essere un ragazzo che Assan e Benjamin hanno reclutato. Dove? In biblioteca, davanti ai libri di Lupin ovviamente. Grazie al prezioso aiuto del complice, Assan organizza un colpo al Théâtre du Châtelet dove riesce a introdursi di nascosto. Puntando un coltello alla gola di Pellegrini gli estorce la confessione riguardo all’innocenza di suo padre, che poi farà avere a Guedira, a cui già aveva mostrato la colpevolezza del commissario di polizia. Non solo: Assan riesce anche a dimostrare a Juliette che i soldi raccolti durante la serata di beneficenza sono in realtà pronti a finire nelle tasche di Pellegrini. Grazie all’inconsapevole aiuto fornito da Lucas Lacroix, consulente di Pellegrini, il nostro trio è riuscito a penetrare nei conti di Hubert per carpirne i segreti, e così insidiarsi nei suoi affari.

Sarà lo stesso Assan a salire sul palco e a svelare la verità a tutti, mentre Pellegrini e il suo complice Dumont vengono arrestati, per poi sparire nel buio e fuggire dal teatro usando uno dei suoi mirabolanti travestimenti. Ed è qui che arriva la parte dolce amara. Perché Assan, anche se si è dimostrato innocente dell’omicidio per cui lo avevano incastrato, anche se ha dimostrato che suo padre era innocente e ha assicurato alla giustizia i veri cattivi, rimane comunque un ladro su cui la polizia vuole mettere le mani. I suoi nascondigli in città sono stati tutti smascherati, così il nostro Lupin è costretto a fuggire – a bordo di un motoscafo, che ha più stile – e decide di lasciare Parigi per far calmare le acque. Di certo non può farlo però prima di aver rivisto la sua famiglia, e così manda un messaggio a Claire e Raul tramite uno smart watch che aveva lasciato a casa loro. La donna inizialmente non ne vuole sapere, avendo giurato che non avrebbe avuto più niente a che fare con Assane, ma il figlio la convince e il presentarsi all’appuntamento fa ben sperare per il destino della coppia, che chiaramente non ha mai smesso di amarsi. La scena finale della seconda stagione di Lupin vede quindi Assan lasciare la sua amata famiglia, sfuggire un’ultima volta a chi cerca di catturarlo e sparire, ma con la promessa che tornerà dai suoi cari.

Lupin – Stagione 3: cosa dobbiamo aspettarci dal ritorno del ladro gentiluomo?

Lupin stagione 2 Cinematographe.it

Un finale così aperto lascia poco spazio ai dubbi, e se non bastasse la storia ci pensa la slide finale di Netflix a fugare ogni dubbio. La parte tre di Lupin arriverà, come anche lo stesso Omar Sy aveva lasciato intendere seminando alcuni indizi. Ma ora che la vicenda Pellegrini è risolta, di cosa potrebbe trattare la terza stagione? Le possibilità sono molte, perché le avventure di Arsenio Lupin scritte da Maurice Leblanc offrono decine di spunti. Alcuni pensano che le nuove puntate potrebbero esplorare gli altri legami famigliari di Assan, di cui non si sa effettivamente nulla, e molti sono convinti che potremmo vedere il nostro ladro gentiluomo fuori dalla Francia, magari in Inghilterra oppure in Italia. Qualsiasi direzione prenderà la nuova storia, siamo sicuri che sarà affascinante, coinvolgente e piena di sorprese proprio come Lupin.