Locke and Key 3: spiegazione del finale di stagione

La stagione conclusiva della serie americana Locke and Key è un prodotto che amalgama fantasy e drama a elementi thriller e horror ed è disponibile dal 10 agosto 2022, con i suoi otto episodi, in esclusiva su Netflix (leggi qui la nostra recensione di Locke and Key 3). Con quest’ultimo ciclo di puntate, lo show creato da Joe Hill ci fa ritornare per l’ultima volta nella Keyhouse, un luogo magico che nasconde tantissimi misteri, ma soprattutto chiavi stregate capaci di aprire ogni tipo di porta. Dando una spinta alla storia e costringendola a terminare nei meandri ignoti di nuovi mondi come il regno degli spiriti, la psiche umana e i viaggi nel tempo: così Locke and Key 3 prova a farci vivere una stagione di commiato e un finale soddisfacente, mentre il villain principale, che ci è già stato presentato nel secondo ciclo – il capitano Frederick Gideon, responsabile dell’omicidio del capo della famiglia Locke, Rendell Locke – si prepara ad avere un impatto ancora più forte sulla stagione 3.

locke and key 3, spiegazione finale stagione cinematographe.it

Locke and Key 3: dobbiamo davvero lasciare per sempre la misteriosa Keyhouse e le sue chiavi bisbiglianti?

A quanto sembra la risposta a questa domanda è affermativa. Netflix aveva previsto la terza stagione all’incirca un anno prima dell’uscita di Locke and Key 2. Tuttavia, nel mese di aprile ha annunciato che la serie fantasy sarebbe terminata dopo il completamento della terza stagione. A quanto pare, il creatore aveva previsto sin dal principio che lo show avesse solo tre stagioni. Carlton Cuse e Meredith Averill, gli showrunner, hanno condiviso l’idea che sarebbe stato ideale raccontare la storia e concluderla nel corso di tre cicli, mentre i fan, che temevano che la serie avesse potuto seguire le sorti di altri prodotti seriali, annullati senza che i personaggi ricevessero una conclusione adeguata alle loro storie, sono stati accontentati.

Un “Addio” alla magia nell’episodio finale

Esaminiamo ciò che emerge nell’episodio finale della stagione 3 di Locke and Key titolato “Addio”. Nell’ottava e ultima puntata dello show si svolge la guerra tra il demone e la famiglia Locke, per impedire a Gideon di impossessarsi delle chiavi stregate. Gideon, dal canto suo, sta cercando la Chiave della Creazione che consente a chi la possiede di dar vita a qualsiasi cosa appena disegnata, per fare qualcosa che gli darebbe la capacità di conquistare il mondo. Ma famiglia Locke capisce che l’unico modo per sconfiggerlo è sbarazzarsi delle chiavi magiche, nonostante siano molto importanti per loro (sono la metafora di desideri, pulsioni e aspetti particolari della vita degli stessi protagonisti). In aggiunta a ciò devono completare questa impresa usando la Chiave Alfa (che è stata la prima chiave creata da Tyler Locke, realizzata con il ferro sussurrante nell’esca da pesca datagli dal padre) per uccidere Gideon. Prima però adoperano la Chiave della Creazione per localizzare la Chiave Alfa, e riescono in tempo a recuperarla mentre Gideon sta per entrare nella dimora dei Locke per dare avvio alla battaglia decisiva.

La famiglia Locke getta via tutte le chiavi, eppure il mondo visto con gli occhi di un bambino continua ad esser magico…

Gideon minaccia inizialmente di uccidere Kinsey, se tutti gli altri non gli consegneranno la Chiave della Creazione, tuttavia Kinsey, che possiede la Chiave Alfa, è in grado di farla entrare con successo nel petto di Gideon. Intanto i nostri protagonisti realizzano che il portale presente nella Keyhouse si rimpicciolisce ogni volta che le chiavi magiche lo attraversano, il che significa che per chiuderlo completamente dovranno lanciarci dentro ogni chiave sussurrante in loro possesso. Chiave Alfa e Chiave della Creazione vanno insieme a lui, quando i Locke riescono a buttarci dentro anche il demone Gideon. Ma prima di farlo, Bode usa una chiave per viaggiare indietro nel tempo: la Chiave Timeshift, che consente infatti a chi la possiede di assistere a eventi del passato. Bode usa questo espediente per poter avere un’ultima conversazione con il padre morto, e quando i Locke riescono a tornare nel passato, il piccolo chiede consiglio e attende il placet di Rendell. Vale la pena liberarsi dalle chiavi magiche? Rendell risponde che dovrebbero farlo, perché sono state esse a farlo allontanare per sempre dalla sua amata famiglia. Nella scena finale si torna nel presente, ormai il portale si è chiuso e i Locke hanno gettato via tutte le chiavi. Bode, che dice a tutti di non sentire più i sussurri, in realtà li sente ancora insieme a chi guarda. Così lo spettacolo di Locke and key 3 arriva a una conclusione: il mondo adulto deve ricordare che senza chiavi, arcani e carte dei tarocchi, la realtà può diventare davvero magica, ma ci vogliono “occhi e orecchi di bambino”.

Tags: Netflix

Articoli correlati