il trono di spade cinematographe.it

Il secondo episodio della nuova stagione de Il Trono di Spade – A Knight of the Seven Kingdoms – si concentra su tutti i personaggi che si sono radunati a Grande Inverno alla vigilia della grande battaglia. Durante l’attesa della guerra imminente, Podrick Payne canta una bellissima ballata triste, che ha scosso i protagonisti e il pubblico, creando un’atmosfera malinconica e drammatica. Ma che canzone è, cosa significa e che valore avrà per tutta la prossima stagione?

ATTENZIONE: seguono spoiler sull’episodio

L’ultima stagione de Il Trono di Spade è in pieno svolgimento, e sebbene ci siano molte teorie che cercano di svelare quello che succederà, nessuno sa realmente come andrà a finire l’epica storia. Al momento, tutto ciò che sappiamo è l’imminente battaglia a Grande Inverno e la lotta per il Trono di Spade. Ma a parte questi pochi dettagli, quello che succederà ne Il Trono di Spade 8 rimane in gran parte un mistero. Tuttavia, la canzone che Podrick canta potrebbe essere un indizio.

Mentre attendono la prossima battaglia contro il Re della Notte e il suo esercito di morti, diversi personaggi si radunano intorno a un fuoco in una delle sale di Grande Inverno: Tyrion, Jaime, Davos, Tormund, Brienne e Podrick. Volendo continuare la serata, Tyrion chiede una canzone. Dopo pochi secondi di silenzio, Podrick inizia a cantare una canzone lenta e triste. La canzone accompagna i vari personaggi, mentre trascorrono quella che potrebbe essere la loro ultima notte, fino ad arrivare alla scena clue con Jon e Daenerys, in cui quest’ultima scopre la vera identità del suo amato. È una canzone bellissima che si adatta perfettamente all’umore del momento, ma potrebbe esserci un significato più profondo del perché Podrick stia cantando questa canzone?

Il Trono di Spade 8: quale canzone canta Podrick?

game of thrones 8 cinematographe.it

La canzone che Podrick canta alla vigilia della battaglia è conosciuta nei libri come Jenny’s song ma lo show l’ha intitolata Jenny of Oldstones. La canzone fa riferimento a Jenny of Oldstones, una contadina che sposa il principe Duncan Targaryen. Il figlio maggiore di Aegon V, Duncan era l’erede al Trono di Spade e si era già fidanzato con una figlia di Baratheon, per poi rinunciare al suo trono, andando contro il volere di suo padre e sposando Jenny, la donna che amava. Il testo completo della canzone di Jenny non compare mai nei romanzi de Il trono di Spade, la prima apparizione avviene proprio nella sua versione televisiva:

High in the halls of the kings who are gone
Jenny would dance with her ghosts
The ones she had lost and the ones she had found
And the ones who had loved her the most
The ones who’d been gone for so very long
She couldn’t remember their names
They spun her around on the damp old stones
Spun away all her sorrow and pain
And she never wanted to leave
Never wanted to leave (x5)

Il testo della canzone si riferisce probabilmente alla Tragedia avvenuta a Summerhall, un ritiro estivo per i Targaryen, distrutto da un terribile incendio. All’epoca dell’incendio, erano presenti il re Aegon V, il principe Duncan, Ser Duncan l’Alto – comandante della guardia reale – e gran parte della corte. Si erano radunati a Summerhall per celebrare l’imminente nascita del pronipote di Aegon V – Rhaegar (in seguito incoronato con il nome di Aerys II e meglio conosciuto come il Re Folle). Il motivo dell’incendio non è a noi noto, ma si sospetta che Aegon V avesse arruolato stregoni e piromanti nel tentativo di resuscitare i draghi, ma che il rito non andò a buon fine. Quasi tutti i presenti a Summerhall sono morti nell’incendio – il Re, il principe Duncan, il Lord Comandante – con una delle poche eccezioni tra cui Rhaella e il suo figlio appena nato, Rhaegar.

Pensando a ciò che abbiamo appena detto, è possibile che il testo di Jenny of Oldstones faccia riferimento al dolore e alla sofferenza di Jenny per la morte del suo amato marito. Quello che è successo a Jenny dopo Summerhall non è noto, quindi è altrettanto probabile che sia morta ella stessa nel fuoco, diventando così una dei fantasmi dell’incendio. Nei romanzi, la canzone di Jenny viene menzionata per la prima volta in Tempesta di spade (A Storm of Swords) quando la Brotherhood Without Banners visita una strega dei boschi conosciuta come Ghost of High Heart. Arriva da lei per chiederle di rivelare cosa ha visto nei suoi sogni, credendo che contengano profezie. Come pagamento, il fantasma chiede che cantino per lei la canzone di Jenny.

Questa strega dei boschi si pensa sia la stessa strega dei boschi amica di Jenny, che la raggiunse a corte dopo il matrimonio con il principe Duncan. A corte, la strega dei boschi predisse che Principe Promesso sarebbe nato dalla stirpe di Aerys e Rhaella, convincendo tutti che il principe della profezia sarebbe stato il loro figlio, Rhaegar, nato di lì a poco. Crescendo, Rhaegar visitava spesso le rovine di Summerhall, portando con sé l’arpa e componendo canzoni tristi – tra cui forse, anche quella di Jenny. Anche se è impossibile saperlo con certezza, è del tutto plausibile che sia stato Rhaegar a interpretare per la prima volta la canzone in memoria del suo amico scomparso e di tutti coloro che hanno perso la vita nella tragedia.

Cosa significa la canzone Jenny of Oldstones?

game of thrones 8 cinematographe.it

Questa canzone triste racchiude in sé tanta storia, e anche se non tutto ciò può essere importante ai fini dello show, l’inclusione di Jenny of Oldstones è intenzionale. Superficialmente possiamo vedere che è una canzone che parla di amore e di perdite, facendo quindi riferimento alle perdite che i protagonisti sono pronti a sopportare nella battaglia in arrivo. Così come le altre canzoni di Game of Thrones, The Rains of Castamere o The Bear and the Maiden Fair, Jenny of Oldstones è sicuramente una canzone che la maggior parte degli abitanti di Westeros conosce e che trasmette conforto durante questa drammatica vigilia.

In senso allegorico, tuttavia, Jenny of Oldstones viene cantata prima della scena in cui Jon rivela a Daenerys la verità sulla sua discendenza (sappiamo infatti che è Aegon Targaryen, il figlio di suo fratello, Rhaegar e Lyanna Stark, e quindi il vero erede del Trono di Spade). Dare questa notizia a Daenerys è un grande passo per Jon e lei reagisce con distacco e paura, così come si aspettava la fetta più grande di pubblico. Non sappiamo però le intenzioni di Jon o il modo in cui Daenerys vorrà proteggere la sua legittimità al trono, perché prevedibilmente, il discorso tra i due è stato interrotto dagli Estranei, il che significa che è molto probabile che non sapremo le intenzioni di Jon fino alla fine della battaglia. Ecco perché molti si chiedono: la canzone può aver dato un indizio a riguardo?

Il principe Duncan ha rinunciato alla sua corona per sposare Jenny, la donna che amava, il che potrebbe suggerire che Jon potrebbe scegliere di fare lo stesso per la donna che ama. Sarebbe una scelta controversa, certo, ma in linea con il tipo di uomo che è Jon: qualcuno che non ha mai cercato quel tipo di potere per se stesso e un uomo che mantiene le sue promesse. Jon ha già rinunciato a una corona per Daenerys, cosa gli impedisce di farlo di nuovo? Inoltre, non solo ama Daenerys, ma ha giurato fedeltà a lei e se infrangesse questa sua promessa, ogni cosa andrebbe in rovina, scatenando la più grande guerra di tutti i tempi.

Inoltre, i forti legami tra Jenny of Oldstones, il padre di Jon – Rhaegar – e la profezia della strega del bosco potrebbero essere un indizio sul destino di Jon. Che questo significhi sedersi sul Trono di Spade o essere il principe promesso che riporta la luce uccidendo il Re della Notte – o anche entrambi! – resta da vedere. Peccato solo che l’inserimento di questa canzone in questo preciso momento della storia, non faccia altro che suscitare nuovi dubbi e altre mille teorie. In attesa di chiarimenti, godetevi le note di questa bellissima canzone.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto