House of the Dragon: la spiegazione dell’albero genealogico dei Targaryen

House of the Dragon, prequel della fortunata serie Il trono di spade, potrebbe confondere noi spettatori per via delle intricate relazioni familiari e dinastiche nate dalla penna di George R. R. Martin. Facciamo ordine attraverso l’albero genealogico della nobile casata protagonista dello show: i Targaryen.

Quale bionda chioma di Westeros governerà i Sette Regni a cavallo di un potente drago? Questa è la domanda al centro della serie HBO House of the Dragon, prequel del fortunato show Il trono di Spade e in onda su Sky Italia a partire dal 21 agosto 2022.           
La serie – basata in parte sull’opera Fuoco e sangue di George R. R. Martin – è ambientata 172 anni prima della nascita di Daenerys Targaryen e segue gli eventi che portarono alla celebre guerra civile tra i membri della casa Targaryen, passata alla storia come la Danza dei draghi.

House of the Dragon: la questione dinastica come fulcro della storia

House of the Dragon: la spiegazione dell’albero genealogico dei Targaryen - Cinematogaphe.it

Leggi anche House of the Dragon: la linea temporale della serie differisce da quella dei libri?

Nel prologo del primo episodio di House of the Dragon scopriamo che le regole di successione a Westeros sono complicate ma non del tutto inflessibili. Ad esempio, un Re può decidere di scavalcare un’erede femminile in favore di un uomo, mentre un altro regnante può prendere la decisione diametralmente opposta. Apprendiamo così che Viserys I (Paddy Considine), quinto Re dei Sette Regni e membro della casa Targaryen, non ha eredi maschi, bensì un’unica figlia, Rhaenyra (Milly Alcock all’inizio della serie, Emma D’Arcy più tardi). La giovane principessa viene educata sin da piccola per diventare regina: partecipa alle discussioni politiche e agli incontri del Concilio Ristretto, e diventa un’abile cavalca draghi.   
Quando Viserys perde lo stesso giorno la sua amata regina e il neonato che ella portava in grembo, i membri del consiglio spingono affinché nomini ufficialmente l’erede che siederà sul Trono di Spade. Il Re è combattuto tra il designare suo fratello Daemon (Matt Smith) – abile combattente dal carattere tempestoso e calcolatore – eosua figlia. Tuttavia, quando Daemon dimostra per l’ennesima volta la sua indole crudele, Viserys, preoccupato e deluso, nomina Rhaenyra futura regina.

Per capire gli intrighi politici di House of the Dragon è necessario avere ben chiare le intricate relazioni familiari di questa importante casata. L’albero genealogico dei Targaryen è infatti complicato ma allo stesso tempo compatto, a causa della propensione della famiglia per l’incesto. Andiamo ad esplorare l’albero genealogico dei Targaryen che, vi avvisiamo, presenta al suo interno alcuni spoiler significativi.

House of the Dragon: l’albero genealogico dei Targaryen

House of the Dragon: la spiegazione dell’albero genealogico dei Targaryen Cinematographe.it

Il grafico che vi proponiamo – elaborato del sito Attack of the fan boy – è una rappresentazione delle relazioni di parentela più rilevanti per comprendere meglio alcuni aspetti della prima stagione di House of the Dragon.      
Tra i personaggi presenti nello schema, i più centrali per lo sviluppo narrativo di questo primo ciclo di episodi sono Rhaenyra, Viserys I, Aemma, Alicent, Daemon, Rhaenys e Corlys. Come scritto poc’anzi, questo albero genealogico è molto poco particolare, per via della tradizione di consanguineità dei Targaryen; tuttavia, avrete senz’altro notato che figurano anche nomi di altre celebri casate del mondo creato da George R. R. Martin, tra cui Baratheon e Arryn.

La nostra esplorazione inizia con Aegon I il Conquistatore, primo Re dei Sette Regni. Passato alla storia anche per il suo potente drago Belerion, “il terrore nero”. Il regnante sposò entrambe le sue sorelle, Visenya e Rhaenys, che gli diedero due figli, i futuri sovrani Aenys e Maegor. Incapace e debole il primo, crudele e tiranno il secondo.                             
Caduto il regno di Maegor – il cui corpo venne ritrovato infilzato sul Trono di Spade – salì al trono il nipote, Jaehaerys, ricordato come il Conciliatore – per la sua saggezza – e il Vecchio Re, per via del suo lungo regno. Ormai anziano, Jaehaerys proclamò come erede al trono il figlio Aemon, che sposò Jocelyn Baratheon, sua zia, dalla quale ebbe un’unica figlia, Rhaenys.
Purtroppo, il Principe di Roccia del Drago non ebbe mai l’occasione di regnare, morendo ancor prima di suo padre e lasciando il trono al fratello minore Baelon. Il nuovo sovrano aveva tutte le qualità per guidare il popolo con saggezza ma morì un anno dopo l’incoronazione a causa di un’infezione.

La Regina che non fu e la Regina che potrebbe essere: Rhaenys e Rhaenyra

House of the Dragon - cinematographe.it

La morte di Baeleon crea un vero e proprio dilemma dinastico: Jaehaerys non ha più eredi diretti. Rhaenys venne in principio candidata come possibile Regina dei Sette Regni, in quanto tecnicamente prima nella linea di successione ma – unica donna in un ambiente sessista di soli uomini – fu scartata in favore del nipote, Viserys I, e passò alla storia come La Regina che non fu.

Arrivati a questo punto dell’albero genealogico ci siamo ricongiunti con gli eventi narrati nel primo episodio di House of the Dragon. Viserys è infatti il padre di Rhaenyra, prima donna designata erede al Trono di Spade, e fratello di Daemon, una potenziale minaccia per il regno.

Tags: HBO

Articoli correlati