House of the Dragon: i 10 Targaryen più interessanti che non vedremo nella serie

La nuova serie spin-off e prequel de Il Trono di Spade è incentrata su una delle casate più affascinante dei Sette Regni. Ecco quali Targaryen non saranno presenti nell'opera.

House of the Dragon è la nuova realizzazione seriale appartenente all’universo de Il Trono di Spade: l’opera, che funge al tempo stesso da prequel e spin-off dello show madre, è ispirata al romanzo Fuoco e Sangue di George R.R. Martin, che ha collaborato con Ryan Condal e Miguel Sapochnik per portare sul piccolo schermo questa storia.

House of the Dragon primo villain Cinematographe.it

In particolare House of the Dragon, ambientata circa 200 anni prima degli avvenimenti di Game of Thrones, vede al centro del racconto la Casata dei Targaryen, una famiglia pericolosa che utilizza i draghi come potente strumento di potere e consolidamento reale. All’interno dell’opera assistiamo ad una lotta dinastica in atto dopo che re Viserys Targaryen (Paddy Considine) deve scegliere il suo erede: sua figlia Rhaenyra (Milly Alcock) e suo zio Daemon (Matt Smith) sono i principali contendenti. Andiamo però a scoprire quali sono i Targaryen che non ci saranno nella serie.

1. Aegon I

Aegon I è uno degli spadaccini più forti tra i Targaryen che ha avuto un certo peso nella storia della famiglia. La sua presenza in House of the Dragon, in realtà, potrebbe tradursi in un possibile flashback, ma non sarebbe sufficiente per riassumere le imprese che conseguito durante la sua vita. Il personaggio, infatti, è riuscito ad ottenere il controllo di quasi tutta Westeros a cavallo di un terrificante drago, il leggendario Balerion il Terrore Nero, diventando il primo re del Continente Occidentale.

2. Maegor I

Maegor I è probabilmente il re più malvagio che è salito sul Trono di Spade, usurpando il diritto dinastico del nipote. Un sovrano talmente tanto insultato e ingiurato dal popolo da essere denominato “Il Crudele”. Una figura ad ogni modo interessante sia nelle sue macchinazioni per diventare un regnante, sia quando è riuscito a dominare i Sette Regni. Maegor è il perfetto esempio della cattiveria e instabilità che può essere raggiunta dai Targaryen.

3. Rhaena

Ci sono poche probabilità che Rhaena, nipote e moglie di Maegor e al tempo stesso figlia del fratello Aenys, possa apparire all’interno di House of the Dragon ed è un vero peccato perché la sua storia è incredibile. Nonostante non sia mai salita sul trono, la sua figura si è sempre mossa abilmente al confine dalla corona, come dimostrato dalle sue importanti amicizie con tante donne che contano. Senza dubbio sapeva perfettamente quali erano i suoi obiettivi e come raggiungerli.

4. Aerea

I Targaryen, per quanto siano una delle Casate più potenti dei Sette Regni, sono sempre stati tormentati da tragedie di ogni genere che hanno macchiato di sangue la loro storia. È il caso della triste fine di Aerea, sorella gemella di Rhaella, che a causa della sua testardaggine è andata incontro ad una morte orribile: cavalcando Balerion, la giovane si è spinta verso territori sconosciuti dove è entrata in contatto con delle misteriose entità che l’hanno maledetta e condotta ad una dipartita atroce.

5. Alysanne

Alysanne è uno dei personaggi femminili più riusciti usciti dalla penna di George R.R. Martin: una donna benevola e fedele alla corona. Alysanne, moglie del re Jaehaerys I, era l’anima gemella del sovrano e al tempo stesso la sua serva più fidata. Per tutta la sua vita, infatti, ha dedicato anima e corpo ad aiutare quelli che erano sotto il suo governo, configurandosi come una delle figure maggiormente positive ed interessanti tra i Targaryen.

6. Visenya

Visenya, al pari di suo marito e fratello Aegon, ha giocato una parte fondamentale nella storia di questa Casata. La donna, potente spadaccina e sottile politica, è tra le fautrici del regno di Maegor, dimostrando una spiccata abilità nelle macchinazioni reali. Purtroppo Visenya non può apparire all’interno di House of the Dragon perché è vissuta anni e anni prima degli eventi della serie, ma sarebbe stata un’interessante valore aggiunto allo show HBO.

7. Aenys I

Aenys I è un Targaryen che ha vissuto tutta la sua esistenza in ombra rispetto al famoso padre Aegon, il primo della Dinastia a salire sul trono di spade e al fratello Maegor. Questo perché ha sempre avuto una indole più bellica che politica. Il rapporto con il fratello Maegor, per certi versi, rispecchia molto il conflitto tra Viserys e Daemon che vediamo all’interno di House of the Dragon, nonostante i tanti anni di distanza tra i vari personaggi.

8. Rhaenys

Rhaenys, sorella di Visenya, ha avuto un’importanza centrale nella storia di Westeros, nonostante non abbia avuto la stessa valenza politica. Guerriera di alto livello, la sua più grande ambizione era quella di assoggettare Dorne e portarla sotto il controllo della sua famiglia. Purtroppo, nel tentativo di raggiungere questo scopo, ha dato la sua vita e quella del suo drago. Una scena memorabile che avremmo visto volentieri in House of the Dragon.

9. Saera

Saera, figlia del re Jaehaerys I, è stata una donna sicuramente molto forte e testarda, a tal punto da spingersi contro il volere del padre che aveva in mente tutt’altro destino per lei. Difatti, discostandosi dal volere della sua famiglia, ha rinunciato alla politica e alla vita di corte, per diventare una delle cortigiane più ammirate e cercate di Essos.

10. Aegon il Senzacorona

Aegon il Senzacorona è sicuramente un personaggio che avrebbe dato tanto ad un serie come House of the Dragon, che mostra in particolare anche le tante contraddizioni e lati oscuri della famiglia Targaryen. Il giovane, abilissimo cavalcatore di draghi, è rimasto tristemente famoso nella storia di Westeros per essere morto per mano dello zio, Maegor I, che l’ha ucciso nella lotta dinastica che ha portato Il Crudele sul Trono di spade.

Leggi anche House of the Dragon: la spiegazione dell’albero genealogico dei Targaryen

Articoli correlati