Blindspot: guida al cast e ai personaggi della serie creata da Martin Gero

Blindspot, serie tv creata da Martin Gero, con la quinta stagione, composta da 11 episodi, ha concluso definitivamente le vicende della squadra dell’FBI, di cui inizialmente facevano parte 4 personaggi principali, e ai quali, nel corso dei vari capitoli della serie, si sono aggiunti altri membri, ognuno con i propri segreti e la propria psicologia. Oltre alla trama carica di suspence, azioni e colpi di scena, Blindspot punta molto sulla forza dei personaggi, in gran parte presenti fin dalla prima stagione. Blindspot è stato ben accolto dalla critica e dal pubblico, anche se lo show ha raccolto ascolti sempre maggiori quando si trattava di una serie tv già avviata. Trasmessa sulla NBC e in Italia su Italia 1, è poi passata a pay Tom Crime e Premium Crime, arrivando con più difficoltà al grande pubblico. Blindspot inizia con il ritrovamento di una sospettosa valigia a New York che viene segnalata come un allarme bomba. All’interno della valigia c’è in realtà una donna che ha completamente perso la memoria. Alcuni tatuaggi e segni sul corpo la collegano all’FBI e ad alcuni membri della squadra. All’interno di un mondo devastato da criminalità e segreti la squadra speciale al quale viene affidata si ritroverà ben presto a indagare su misteri che potrebbero essere collegati alla donna stessa, e dove la posta in gioco e i rischi saranno sempre più alti. Ecco di seguito tutti i personaggi principali di Blindspot e gli attori che li interpretano.

Mary Elizabeth Mastrantonio è Madeline Burke

Blindspot

Madeline è una donna dal cuore freddo, capo della divisione di New York dell’FBI ha compiuto una personale scalata sociale dal nulla. Madeline è senza dubbio il maggior villain della storia e la squadra si trova spesso a dover fare i conti con lei. Madeline voleva far affondare l’FBI per motivi personali e si è macchiata, sempre indirettamente, di crimini orribili. Madeline ha il volto dell’attrice e cantante statunitense Mary Elizabeth Mastrantonio, classe 1958, nata a Lombard e di origini italiane da parte di entrambi i genitori. Sul palcoscenico si è aggiudicata un Tony Award per il revival Broadway di Man of La Mancha e, per la sua performance nella pellicola Il colore dei soldi ha ricevuto una nomination all’Academy Award. Il suo debutto è avvenuto in una delle pietre miliari della Storia del Cinema, e cioè nel capolavoro di Brian De Palma, Scarface, primo ruolo in assoluto per l’attrice che ha vestito i panni di Gina, sorella del protagonista, volto di Al Pacino. Negli anni ha recitato anche in The Abyss, Robin Hood – Principe dei ladri, Un giorno da ricordare, La tempesta perfetta e molti altri, tra cui le serie tv Senza traccia, Law & Order: Criminal Intent, Limitless e The Punisher in ruoli ricorrenti.

Michelle Hurd è Sheperd

Shepherd è sempre stata la villain originale di Blindspot. Spietata, lontana dall’FBI e convinta di poter cambiare il mondo, si è affezionata a due bambini orfani che ha preso con sé. Sheperd ha il volto dell’attrice statunitense Michelle Hurd, classe 1966 e nata a New York. Figlia d’arte il suo esordio sul grande schermo avviene nel 1989 nel film Brusco risveglio, partecipa poi a film distribuiti a livello locale, insieme a pellicole più popolari come Destini incrociati e ImogeneLe disavventure di una newyorkese. Sul piccolo schermo è maggiormente nota per Daredevil e Star Trek: Picard, insieme a moltissime altre apparizioni e ruoli ricorrenti.

Rob Brown è Edgar Reed

Blindspotk

In una squadra con personaggi disposti a fare proprie regole, normalmente, da seguire alla lettera, Edgar Reed si attiene alle procedure. Reed ha difficoltà ad essere il leader e ha iniziato come un membro fondamentale nella squadra, ma nel tempo è diventato sempre distante dal resto del gruppo. Reed è innamorato di Tasha e insieme hanno un figlio. Reed in Blindpost è interpretato da Rob Brown, attore e personaggio televisivo statunitense classe 1984, nato a New York. La sua abilità nel football americano lo porta a recitare in The Express, anche se al cinema era già conosciuto dagli anni 2000 per aver partecipato al film Scoprendo Forrester. Ha poi recitato anche in Ti va di ballare? e, successivi a The Express, anche in Il cavaliere oscuro – Il ritorno, Don Jon e Criminal Activities, facendosi notare in alcune serie tv anche sul piccolo schermo.

Sullivan Stapleton è Kurt Weller

Blindspot
Credits: Scott Gries/NBC/Warner Bros.

Leader della sua squadra, Kurt è un uomo brusco e diretto, a volte anche eccessivamente aggressivo. Da quando ha conosciuto Jane Doe Weller si è particolarmente addolcito, diventando del tutto accecato dall’amore, non riuscendo a essere obiettivo per tutto ciò che riguarda Jane Doe, risultando empatico anche verso gli altri personaggi. In Blindspot Weller ha il volto di Sullivan Stapleton, attore australiano classe 1977 nato a Melbourne. Lavorando inizialmente come attore, avendo sempre studiato recitazione, ha debuttato sul piccolo schermo in un film TV apparendo poi in numerose serie tv e come personaggio ricorrente nella soap opera Neighbours. Successivamente al cinema recita in Al calare delle tenebre, The Condemmed – L’isola della morte, Animal Kingdom, The Hunter, 300 – L’alba di un impero e poi nello show Strike Back per 42 episodi.

Audrey Esparza è Tasha Zapata

Tasha si macchia di una serie di errori che costano caro a tutti, determinata e ostinata, perde alcune delle occasioni della sua vita. Il figlio che ha avuto con Reed è sempre stato in secondo piano rispetto al lavoro; concentrata sulla sua carriera vive piena di rimpianti e anche lo shock per la morte di Reed la mette a dura prova. Tasha in Blindspot è interpretata da Audrey Esparza, attrice statunitense classe 1986, nata a Laredo. Il ruolo di Tasha l’ha resa nota al grande pubblico, ma nel corso della sua carriera è apparsa anche in The Americans, The Following, Blude Bloods, Power e altri ancora.

Jaimie Alexander è Jane Doe

Figura centrale in Blindspot, Jane Doe ha persona la memoria, non conosce neanche il suo nome. Assunta dall’FBI s’innamora di Weller. Spietata in combattimento, a volte il dramma per la perdita della memoria la tormenta facendola essere meno lucida. Sempre disposta ad aiutare gli altri, non ha mai preso realmente il comando in nessuna situazione o operazione, avendo sempre paura di affermare se stessa, nonostante ci siano fin troppe cose che non sa sul suo passato. Jane Doe ha il volto di Jaimie Alexander, attrice statunitense nata a Greenville e classe 1984. Inizia ad appassionarsi alla recitazione sin da bambina, partecipando a rappresentazioni teatrali scolastiche. Studiando e specializzandosi nei musical, esperienza negativa a causa delle difficoltà nel cantare, si dedica prima alla carriera sportiva, entrando nel mondo del wrestling, fin quando, per caso, non conosce il manager Randy James che le invia alcuni copioni. Studiando poi recitazione a Los Angeles e lavorando come cameriera per mantenersi, inizia ad apparire in spot televisivi, fino al 2003 quando recita in Fuga dall’inferno – L’altra dimensione del mondo. Da quel momento prende parte a Thor, The Last Stand – L’ultima sfida, Thor: The Dark World, Savannah, Thor: Love and Thunder e come personaggio ricorrente in Watch Over Me e Kyle XY.

Ashley Johnson è Patterson

Blindspot

Lavorando principalmente in laboratorio, sul campo ha legato molto con Rich e ha difficoltà a fidarsi delle persone, considerando quanto i suoi segreti l’abbiano condizionata in passato e quanto abbia capito negli anni come sia difficile conoscere realmente qualcuno. Nel corso di Blindspot Patterson è diventata sempre più indecifrabile, anche per Rich. Patterson ha il volto di Ashley Judd, classe 1983, nata a Camarillo. Figlia di una produttrice cinematografica, ha studiato violino e piano prima di dedicarsi alla recitazione. Il suo esordio sul piccolo schermo avviene in contemporanea con il primo ruolo al cinema, partecipa quinti rispettivamente a Genitori in blue jeans e Lionheart – Scommessa vincente. Nel corso della sua carriera ha poi preso parte a La mia adorabile nemica, What Women Want – Quello che le donne vogliono, The Help, The Avengers e in numerose serie tv.

Luke Mitchell è Roman

Roman nel tentativo di aiutare gli altri membri della squadra, finisce spesso per ferirli nel peggiore dei modi. Mosso dal dolore, avrebbe voluto solo riavere indietro la sorella Remi, ma sa che deve comunque ragionare secondo il quadro d’insieme; la sua morte non è stata comunque facile da accettare. Roman in Blindspot ha il volto di Luke Mitchell, attore e modello australiano classe 1985 nato a Gold Coast. Lavorando inizialmente con una compagnia d’animazione, dove si organizzano anche spettacoli dal vivo, dal 2008 è nel cast della soap opera Neighbours, che lo porta nello stesso anno a partecipare a un film. La sua fortuna continua poi sul piccolo schermo dove partecipa ad H20, The Tomorrow People, Home and Away, Agents of S.H.I.E.L.D e Legacies, sempre come personaggio ricorrente. Al cinema recita in film minori e in Senza rimorso diretto da Stefano Sollima.

Ennis Emmer è Rich.Com

Blindspot

Rich.Com è il membro più comico e leggero di Blindspot. Informatore rimasto in disparte, inizialmente Rich non era ben voluto da nessuno, ma col tempo ha saputo farsi apprezzare, nonostante i suoi legami e rapporti con il mondo criminale e i problemi che può creare alla squadra. Rich.Com è interpretato da Ennis Esmer, classe 1978, attore canadese di origini turche nato ad Ankara. Cresciuto a Toronto dall’età di 3 anni ha acquisito popolarità come ospite del Toronto1 al The Toronto Show, nel 2003, iniziando poi ad apparire in film minori e come personaggio principale in serie tv quali The Listener, The L.A. Complex, Red Oaks, You Me Her e altre ancora.

Leggi anche Avvocato di difesa: guida al cast e ai personaggi della serie Netflix tratta dai libri di Michael Connelly

Articoli correlati