Gli 11 film al cinema più attesi in arrivo a febbraio 2018

Da Il Filo Nascosto a The Post, passando per Black Panther e Cinquanta Sfumature di Rosso, febbraio 2018 sarà un mese di grande cinema, ecco gli 11 film che non dovete perdervi assolutamente

- Ultimo aggiornamento: 4 Febbraio 2018 11:59 - Tempo di lettura: 5 minuti

Anche Febbraio ci riserva grandi emozioni: una bella quantità di film in uscita ci terrà incollati al grande schermo. Una selezione di 11 film, scelti fra i migliori, sono pronti a suscitare lacrime o risate, a partire dall’ultimo capitolo della saga di Maze Runner, passando per Sono tornato di Luca Miniero, fino ad arrivare a Il filo nascosto di Paul Thomas Anderson.

Ecco gli 11 film da non perdere al cinema a febbraio 2018

1. Maze Runner – La rivelazione – 1 febbraio

Il terzo e ultimo capitolo della saga distopica Maze Runner, tratta dalle pagine della trilogia letteraria di James Dashner, è in arrivo nelle sale il primo del mese. Ancora una volta il protagonista è Thomas, interpretato da Dylan O’Brien, che stavolta dovrà cimentarsi nella sua missione più rischiosa per salvare se stesso e i suoi cari. Il film è diretto da Wes Ball ed è il sequel di Maze Runner – La fuga.

2. Sono tornato – 1 febbraio

Diretto da Luca Miniero, film nostrano e appartenente al genere commedia/satira, Sono tornato si presenta come il remake del celebre Lui è tornato del 2015, per la regia di David Wnendt. Il film ipotizza il ritorno di Benito Mussolini, tirato in ballo anche troppo spesso da molti italiani, che è interpretato qui da Massimo Popolizio. Come si troverà il Duce nella modernissima Italia di oggi? Lo potrete scoprire grazie alla visione di Sono tornato, un mix di risate e riflessione.

3. The Post – 1 febbraio

Protagonisti di The Post sono Tom Hanks, nei panni di Ben Bradlee, e Meryl Streep, nelle vesti di Kay Graham. Il film racconta della pubblicazione dei Pentagon Papers e della loro pubblicazione, ovvero documenti top secret di 7000 pagine del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America. Tali documenti spiegavano in modo approfondito le strategie e i rapporti del governo col Vietnam e vennero alla luce prima sul The New York Times e poi sul The Washington Post, nel 1971. Steven Spielberg, con la sua regia, vi coinvolgerà e vi addentrerà in questa interessante vicenda.

4. Cinquanta sfumature di rosso – 8 febbraio

Oltre a Maze Runner, anche un’altra saga è al termine: Cinquanta sfumature di rosso, infatti, è l’ultimo capitolo della saga tratta dai romanzi di E. L. James. Sequel di Cinquanta sfumature di nero, vede come protagonisti gli immancabili Mr. Grey (Jamie Dornan) e Anastasia aka Ana (Dakota Johnson), questa volta finalmente uniti in matrimonio. A differenza del classico clichè sui matrimoni, qui la passione non si spegne neanche dopo il fatidico sì. Fra frustini, sculacciate, punizioni e sessioni bollenti, i fan più appassionati non rimarranno delusi.

5. I primitivi – 8 febbraio

Film d’animazione diretto da Nick Park, I primitivi accontenterà anche gli spettatori più piccini. Un film che, ambientato nella Preistoria, racconta le vicende del cavernicolo Dag e del suo amico-cinghiale Grugno, che lottano per la propria tribù e per sconfiggere un potente nemico. Risate e divertimento sono assicurate anche per gli adulti.

6. Ore 15:17 – Attacco al treno – 8 febbraio

Clint Eastwood dirige questo film drammatico e d’azione, ispirato all’autobiografia The 15:17 to Paris: The True Story of a Terrorist, a Train, and Three American Heroes di Jeffrey E. Stern, Spencer Stone, Anthony Sadler e Alek Skarlatos. Ore 15:17 – Attacco al treno racconta l’attacco al treno Thalys del 21 agosto 2015. La particolarità del film è che Stone e Sadler interpretano loro stessi.

7. Black Panther – 14 febbraio

In arrivo il giorno di S. Valentino non un bel film d’amore, ma una bella pellicola monografica dedicata a un supereroe Marvel, Black Panther. Comparso per la prima volta sul grande schermo in The Avengers: Infinity War, l’alter-ego di T’Challa ha lasciato il segno ed eccocelo riproposto in un’avventura tutta sua. Imperdibile per i fanatici dell’universo Marvel, Black Panther è diretto da Ryan Coogler e ha come protagonista Chadwick Boseman.

8. La forma dell’acqua – The Shape of Water – 14 febbraio

Vincitore del Leone d’oro al miglior film della 74a Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, La forma dell’acqua – The Shape of Water, è un film diretto da Guillermo del Toro. Il regista segue il suo consueto genere fantastico, raccontando tuttavia, in questo modo, fatti reali e drammatici. Stavolta abbiamo come protagonista Elisa (Sally Hawkins), una donna addetta alle pulizie muta, che lavora in un laboratorio governativo. Qui scoprirà l’esistenza di una creatura all’interno di una cisterna, con la quale nascerà un’amicizia.

9. A casa tutti bene – 14 febbraio

La commedia di Gabriele Muccino, A casa tutti bene, narra di una riunione familiare in vista delle Nozze d’Oro dei nonni. Nel cast troviamo Carolina Crescentini, Stefano Accorsi, Pierfrancesco Favino, Elena Cucci e tanti altri grandi nomi del cinema italiano. Il film segna il ritorno del regista in patria dopo diversi anni passati negli Stati Uniti: se questa nuova sua pellicola meriti o meno, è giudizio del pubblico.

10. La vedova Winchester – 22 febbraio

Diretto da Michael e Peter Spierig, il film racconta di Sarah Winchester che, dopo la morte di marito e figlio, nella convinzione di essere maledetta, interpella una medium. Il consiglio della sensitiva è quello di costruire a San Jose, in California, un’enorme abitazione, soprannominata Winchester House. Helen Mirren interpreta la vedova, mentre Jason Clarke interpreta Eric Price.

11. Il filo nascosto – 22 febbraio

Concludiamo la rassegna con Il filo nascosto di Paul Thomas Anderson: il film, ambientato nell’industria della moda londinese degli anni cinquanta, narra dello stilista Reynolds Woodcock (Daniel Day-Lewis), che dominava la scena in quel periodo. Tuttavia, le cose cambieranno radicalmente quando si innamorerà di Alma (Vicky Krieps). Da non perdere doppiamente, dato che si tratta dell’ultima pellicola di Daniel Day-Lewis, che ha annunciato il suo ritiro dalla recitazione.