I Medici 2: anticipazioni dell’ultima puntata, oggi martedì 13 novembre su Rai 1

Trama e anticipazioni degli ultimi due episodi de I Medici 2 - Lorenzo Il Magnifico, in onda martedì 13 novembre 2018 in prima tv su Rai 1.

La seconda stagione de I Medici 2, la grande coproduzione internazionale di Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, Altice Group e la Big Light Productions di Frank Spotnitz, volge al termine con una puntata ricca di colpi di scena.
Prima di addentrarci nelle anticipazioni de I Medici 2, ricordiamo che nell’ultima puntata abbiamo assistito alla triste morte di Simonetta tra le braccia di Giuliano, all’assassinio di Sforza e, non da ultimo, alla rottura dell’assedio di Città di Castello, grazie all’intervento di Lorenzo. Gli ultimi due episodi – intitolati Tradimento e Consacrazione – promettono di addentrarsi ancora di più nelle vicende del periodo della grande cultura rinascimentale.

La fiction I Medici 2 è ambientata 20 anni dopo le vicende narrate nella prima stagione, quindi nel 1469, ci porta dunque nel cuore del Rinascimento anche grazie ad ambientazioni da favola e un cast internazionale composto, oltre che da Daniel Sharman (Lorenzo il Magnifico), anche da Filippo Nigro, Raul Bova, Derek Jacobi, Alessandra Mastronardi, Guido Caprino, Aurora Ruffino, Sean Bean, Julian Sands, Sarah Parish, Bradley James, Matteo Martari, Sebastian de Souza, Synnove Karlsen, Matilda Lutz, Alessio Vassallo, Tam Mutu, Miriam Dalmazio, Annabel Scholey, Callum Blake, Jack Bannon, Jacob Fortune LLoyd, Charlie Vickers.

I Medici 2: anticipazioni e trame degli episodi 7 e 8 in onda stasera, martedì 13 novembre, su Rai 1

Tradimento

Dopo l’ennesima sconfitta, i Pazzi hanno deciso: è tempo di eliminare i  Medici. Francesco Pazzi e Salviati incontrano a Roma il conte Montesecco con il quale convincono il Papa a organizzare un’ambasciata di pace a Firenze guidata dal suo giovanissimo nipote, il Cardinale Riario. Ma la spedizione non sarà altro che una copertura per recarsi a Firenze e assassinare Lorenzo e Giuliano. Nonostante gli avvertimenti di Giuliano a diffidare della situazione, Lorenzo sogna la pace e organizza una cena di benvenuto, dove i congiurati hanno deciso di colpire. Tutto sembra pronto ma Giuliano non si presenta alla cena: decisi ad uccidere i due fratelli contemporaneamente, i congiurati rimandano l’attentato alla messa in duomo dove sarà presente tutta la famiglia.

Consacrazione

L’attentato in duomo è violentissimo: Giuliano viene pugnalato a morte mentre Lorenzo, ferito, riesce a barricarsi in sacrestia con Clarice e la madre Lucrezia. Fuori dal duomo, dopo aver occupato Palazzo Vecchio, Jacopo proclama una nuova repubblica. Ma quando la folla vede apparire Lorenzo ancora vivo, insorge contro i Pazzi: nelle strade scoppiano disordini e violenze. Salviati, Francesco e Jacopo vengono impiccati alle finestre del Palazzo Vecchio mentre il popolo distrugge ogni stemma ed effigie dei Pazzi. Lorenzo è furioso e folle di dolore, ma viene richiamato all’amore e alla misericordia da Botticelli e Clarice: solo grazie al loro intervento decide di esiliare (e non giustiziare) Guglielmo, sospettato di essere a conoscenza del piano per ucciderli. Mentre la folla applaude Lorenzo chiamandolo il Magnifico, Botticelli inizia a dipingere un nuovo quadro dedicato alla Primavera… ma ormai il Papa è pronto alla guerra aperta.

Tags: Rai

Articoli correlati