Queen Sono – Stagione 2: Netflix rinnova la serie africana

La seconda stagione inizierà la produzione entro la fine dell'anno in corso.

La serie originale Netflix intitolata Queen Sono, produzione africana, è stata rinnovata per una seconda stagione

Luce verde per la seconda stagione di Queen Sono, la prima serie originale Netflix africana. Interpretata da Pearl Thusi di Quantico, la storia è incentrata su una spia altamente qualificata che intraprende missioni pericolose, affrontando anche sfide della sua vita personale. La seconda stagione vedrà la sua ricerca della verità mentre il suo ritrovato bisogno di vendetta la porta in missione in tutta l’Africa.

Queen Sono è stata creata dal regista Kagiso Lediga, che ha lavorato con Thusi nella commedia romantica dark intitolata Catching Feelings, e dal produttore esecutivo Tamsin Andersson, che ha prodotto Catching Feelings. Diprente Films, con sede a Johannesburg, ha realizzato lo show, con l’inizio della produzione per la stagione 2 previsto entro la fine dell’anno in corso. Dorothy Ghettuba, che guida gli originali africani su Netflix, ha dichiarato:

La prima stagione della serie ha segnato l’inizio del nostro viaggio per presentare al mondo storie entusiasmanti create in Africa. È stata una rappresentazione senza precedenti di una forte protagonista femminile nera nella televisione africana. Nella prima stagione di Queen Sono, abbiamo visto grinta e glamour, forza e vulnerabilità, oltre a passato e presente, convergere in una narrazione potente che ha esplorato le complessità e le sfumature dell’esperienza africana. Kagiso Lediga e il team Diprente hanno realizzato una storia avvincente che ha intrattenuto i nostri spettatori e non vediamo l’ora di scoprire cosa hanno in serbo per la seconda stagione.

Dopo il successo di Queen Sono, Netflix sta pianificando il suo secondo originale africano: Blood & Water – una serie drammatica YA ambientata a Città del Capo, in Sudafrica. Quando uscì la prima stagione di questo prodotto per lo streamer, il vice presidente di Netflix Erik Barmack disse:

Questa serie– ha dichiarato Barmack- permetterà a Pearl ed al suo personaggio di mettersi al pari di altri grandi personaggi femminili come Jessica Jones e Claire Underwood. Abbiamo intenzione di investire molto nel continente africano perché le nostre radici ci porteranno sempre più nel profondo dell’Africa e del Sud Africa.

SourceDeadline

Ultime notizie

Jason Isaacs su J. K. Rowling: “Le sue posizioni contro i trans? Non mi va di pugnalarla!”

Nel corso di un'intervista al The Telegraph, l'attore Jason Isaacs ha provato a difendere la scrittrice di Harry Potter...

Articoli correlati