Il CEO della Disney e tutti i top manager hanno deciso di trattenere parte del loro salario per garantire lo stipendio ai dipendenti

In una situazione drammatica come quella attuale dovuta all’emergenza Coronavirus, anche un’azienda come la Disney ha qualche difficoltà. I top manager, infatti, hanno deciso di decurtarsi lo stipendio per aiutare a finanziare gli stipendi dei dipendenti durante questa drastica crisi economica causata dal COVID-19.

Disney; Cinematographe.it
Coronavirus: i top manager della Disney aiutano i dipendenti tagliandosi lo stipendio

Il CEO uscente della Disney, Bob Iger, ha deciso addirittura di rinunciare al cento per cento del suo stipendio. In una lettera scritta ai dipendenti, il nuovo CEO, Bob Chapek, ha dichiarato che dal prossimo 5 aprile tutti i vice presidenti si taglieranno il 20% dei loro salari, i Senior Vice President il 25%, mentre gli Executive Vice President il 30% e oltre. Chapek ha anche dichiarato che si decurterà personalmente il 50% del suo stipendio.

La Disney è stata colpita duramente dal Coronavirus e da tutte le misure adottate per diminuire la sua diffusione. Gli esperti hanno stimato che l’azienda sta perdendo circa 350mila dollari ogni giorno, una rosso causato per lo più dalla chiusura dei cinema e dei parchi a tema.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE